facebook rss

Coprifuoco alle 23 da subito,
ristoranti al chiuso dal primo giugno:
la road map delle riaperture

IL DECRETO è stato approvato all'unanimità dal Consiglio dei Ministri convocato dopo la cabina di regia Stato-Regioni. Dal 21 giugno stop alle limitazioni negli orari notturni
Print Friendly, PDF & Email

Pres_Draghi_biografia-Copia

Il presidente del Consiglio Mario Draghi

 

Coprifuoco spostato a stretto giro alle 23 (comunque non sarà già da domani), dal 24 maggio riapriranno le palestre, dal primo giugno sarà possibile mangiare all’interno dei ristoranti. E’ questa parte della road map stilata dal governatore Mario Draghi e approvata all’unanimità dal Consiglio dei ministri, convocata subito dopo la cabina di regia Stato-Regioni, convocato per il fare il punto sulle riaperture in questa fase della pandemia. Si attende la pubblicazione del decreto già domani in Gazzetta ufficiale. A confermare quelle che sono le novità più importanti è stato anche il governatore della Liguria Francesco Toti, che sul suo profilo Facebook ha scritto: «Da quanto comunicato nella cabina di regia, da domani il coprifuoco si sposterà alle 23. Dal primo giugno si potrà mangiare anche all’interno dei locali. Finalmente le palestre riapriranno il 24 maggio, le cerimonie il 15 giugno».

post-toti

Il post del governatore della Liguria Giovanni Toti

Ecco quindi la bozza di road map così come sarebbe emersa dalla cabina di regia.

COPRIFUOCO – Spostato alle 23 a stretto giro, secondo Toti già da domani. Poi dal 7 giugno via al coprifuoco a partire dalle 24 e al 21 giugno, secondo la medesima proposta, ci sarebbe il superamento totale del coprifuoco

RISTORANTI – Dal 1 giugno i ristoranti e i bar potranno aprire a pranzo e a cena anche al chiuso. E’ l’orientamento emerso, a quanto si apprende da più fonti di governo, dalla cabina di regia sul Covid a Palazzo Chigi.

MATRIMONI – I matrimoni potranno ripartire dal 15 giugno, ma con il “green pass”, e cioè certificazione di vaccinazione o tampone, per i partecipanti. Lo si apprende al termine della cabina di regia sul Covid a Palazzo Chigi.

REGIONI – Dal 1 giugno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna saranno zona bianca. E, con questo trend di contagi, dal 7 giugno anche Abruzzo, Veneto e Liguria entreranno in zona bianca. Nelle regioni in zona bianca valgono solo le regole di comportamento (mascherina, distanziamenti). Non c’è coprifuoco.

Piazza del Papa con la riapertura dei locali

PALESTRE E PISCINE- Aperture delle palestre il 24 maggio, quella delle piscine al chiuso il 1 luglio. Secondo la stesso cronoprogramma l’apertura dei parchi tematici è prevista il 15 giugno.

CENTRI COMMERCIALI E MERCATI- Gli esercizi commerciali in mercati e centri commerciali, gallerie e parchi commerciali nelle giornate festive e prefestive riapriranno dal 22 maggio, nel primo weekend successivo al decreto legge Covid. E’ questa, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, la proposta in ingresso in Cdm.

MANIFESTAZIONI SPORTIVE – La presenza di pubblico, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi al termine della cabina di regia, è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni sportive dal 1 giugno all’aperto e dal 1 luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale.

SALE GIOCHI – La road map decisa nella cabina di regia, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, prevede la riapertura dal 1 luglio delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò

DISCOTECHE– Le attività in sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso, restano sospese. E’ quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi al termine della cabina di regia sul Covid.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X