facebook rss

Legittimità nomina del presidente
del Campana, chiesto parere legale
a professore universitario

OSIMO - La giunta Pugnaloni ha incaricato un docente dell'Alma Mater di redigere una consulenza sul rispetto o meno del quorum in sede di voto del Cda dell’ente nel giorno dell’elezione di Gilberta Giacchetti
Print Friendly, PDF & Email

Gilberta Giacchetti

 

 

Unanimità di voti per la delibera della giunta di Osimo che assegna ad un legale di Bologna l’incarico di redigere un parere pro-veritate sulla legittimità della nomina di Gilberta Giacchetti a presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente. Il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni l’aveva annunciato e la querelle continua. La nomina del docente universitario dell’Alma Mater, si è resa necessaria, secondo il primo cittadino osimano e gli assessori, per dirimere una questione che fino ad oggi ha originato pareri giuridici diametralmente opposti, formulati da due professionisti (quello del Comune e quello del Campana) chiamati a pronunciarsi sul rispetto o meno del quorum in sede di voto del Cda dell’ente nel giorno dell’elezione della Giacchetti. La vicenda è ormai nota.

L’Ufficio Scolastico Regionale, lo scorso 23 aprile ha nominato i cinque componenti del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto per l’Istruzione Permanente, (uno in rappresentanza della Regione Marche, tre in rappresentanza del Comune di Osimo ed uno in rappresentanza dello stesso Usr). Il 26 aprile, il prof. Pietro Alessandrini, nominato in rappresentanza della maggioranza del Comune di Osimo, ha comunicato la propria rinuncia alla nomina. Il 3 maggio il Cda, con soli 4 dei 5 componenti, ha proceduto, con voto unanime dei presenti all’elezione della nuova presidente con riferimento l’articolo 4 – comma 1 – dello Statuto dello stesso ente che stabilisce che “il Presidente del Consiglio di Amministrazione viene eletto dai membri del Consiglio nel proprio seno con il voto favorevole di almeno tre membri”.

Un’elezione, seconso il Comune, avvenuta invece nelle more e prima che la maggioranza consiliare procedesse  alle elezione in aula e alla sostituzione del dimissionario avvenuta solo il 10 maggio. La delibera di nomina del presidente Giacchetti secondo l’Amministrazione comunale, sarebbe insomma affetta da un vizio di nullità, proprio a causa dell’incompletezza del Cda. Delle vicenda è stato interessato anche l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche a cui la maggioranza osimana ha chiesto di verifica della legittimità della procedura seguita.Per fugare ogni dubbio il Comune di Osimo si è quindi rivolto «a un professionista di chiara fama in materia di diritto amministrativo, prima di intraprendere ogni e qualsivoglia iniziativa a tutela della legalità e del rispetto delle procedure previste nel caso specifico» si legge nella delibera di gunta. Il preventivo di spesa presentato dal professore per la consulenza ammonta a 3.552 euro (Iva e Cpa compresi).

Istituto Campana, Luciano Taborro è il nuovo consigliere del Cda

Elezione presidenza Campana: «Potrebbe essere nulla, mancava un componente del Cda»

Gilberta Giacchetti è il nuovo presidente dell’Istituto Campana

«Cda Campana, i nodi iniziano a venire al pettine»

Nomine Cda Campana con giallo: il candidato della Lega in consiglio comunale votato solo dal centrosinistra

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X