facebook rss

L’incrocio maledetto di via Sanzio
Pedoni a rischio investimento:
«Si faccia qualcosa al più presto»

SENIGALLIA - Teatro di numerosi e anche gravi incidenti, i pedoni temono per la propria incolumità soprattutto in questo periodo in cui la spiaggia di velluto è di richiamo. «Le strisce pedonali non esistono, il manto stradale è rovinato ed è impossibile attraversare in soli 10 secondi»
Print Friendly, PDF & Email

Il pericoloso incrocio di via Sanzio

 

di Alberto Bignami

All’indomani dell’ennesimo incidente avvenuto lungo via Sanzio, rilevato dai carabinieri della Compagnia di Senigallia nella mattina di domenica, alle 7; torna a far parlare di sé la grande pericolosità di questa via e, soprattutto, dell’incrocio che vede via Sanzio con via Cilea e via Zanella.
Seppur regolato da un semaforo «si rischia ogni volta di essere falciati dalle auto» spiegano residenti e turisti rivoltisi a Cronache Ancona nel tentativo di sensibilizzare la nuova amministrazione cittadina affinché prenda subito qualche provvedimento per garantirne la sicurezza.
L’incrocio è infatti pericoloso per molteplici motivi.

I pedoni partono con il verde

«Le auto – spiegano – possono girare in qualsiasi senso di marcia e questo porta gli automobilisti a dare accelerate improvvise pur di liberare l’incrocio senza curarsi del fatto che ci sono, soprattutto in questo periodo dell’anno, tantissimi pedoni: famiglie con bambini ma anche anziani, diretti alla vicina spiaggia.»
Ma come se ciò non bastasse «il semaforo pedonale dura una decina di secondi – sottolineano –, non riuscendo nemmeno a dare il tempo di attraversare la metà di via Sanzio. Bisogna stare con gli occhi spalancati perché ci sono poi quegli automobilisti che vedendo il “giallo” in lontananza e che pur di non rimanere in coda con il “rosso”, anche loro accelerano incuranti di chi si trova ancora a dover finire di attraversare. Essere sfiorati dalle auto è diventata una prassi»

A metà strada scatta il giallo

Verificando, purtroppo non c’è nulla di inventato. I pedoni, per attraversare, attendono poco più di un minuto dopodiché ecco una vera e propria corsa per raggiungere il marciapiede opposto e mettersi in salvo da quelle auto che, anche se passate con il “verde”, sono rimaste ancora bloccate in mezzo all’incrocio e cercano di liberarlo non sapendo che il “rosso” è già scattato. Il rischio che dei pedoni possano rimanere investiti, è dunque continuo e alto.
Va poi aggiunto il fatto «che il manto stradale – proseguono – proprio lungo gli attraversamenti pedonali è pieno di crepe e buche oltre al fatto che le “zebre” sono quasi del tutto consumate e, in alcuni punti, definitivamente cancellate dal troppo tempo trascorso senza aver fatto alcun tipo di manutenzione.»

Non si fa a tempo di arrivare che è già rosso

Purtroppo non finisce qua. «Il semaforo pedonale di via Zanella – dicono, aggiungendo l’ennesimo punto ai vari problemi nella lista – non dà segni di vita per quanto riguarda i segnali di “giallo” e “rosso”. Il pedone giunto in “ritardo” si trova ad attraversare pensando di avere un presunto “verde” nel notare che le auto che giungono dal lungomare, sono ancora ferme. In realtà, soprattutto se non si è del quartiere – specificano -, non sa che le vetture arrivano invece da via Sanzio. C’è assolutamente bisogno di effettuare lavori sia per ciò che concerne la segnaletica stradale, che per la regolamentazione dei semafori. Questo incrocio – ricordano – è anche l’unico, nelle vicinanze, regolato proprio dal semaforo e nonostante ciò sono già stati molti gli incidenti, anche molto gravi e con la richiesta dell’intervento dell’eliambulanza, che sono accaduti. Lungo la statale vi sono altri attraversamenti che permettono di passare da un marciapiede all’altro di via Sanzio ma – concludono -, con le strisce pedonali consumate e le auto che arrivano di continuo senza fermarsi è come se non esistessero.»

 

Il semaforo pedonale di via Sanzio segna il giallo quando ancora non si è finito di attraversare

Manto stradale rovinato e strisce pedonali consumate

L’attraversamento pedonale di via Sanzio, all’incrocio con via Cilea e via Zanella

Il pericoloso incrocio di via Sanzio visto da via Zanella

Il semaforo pedonale di via Zanella

Il semaforo pedonale di via Zanella

L’incrocio visto da via Cilea

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X