facebook rss

Sottotetti, la Regione modifica
le norme per renderli fruibili

VIA libera del consiglio regionale alla proposta di recupero e isolamento termico delle strutture
Print Friendly, PDF & Email

FdI_PierpaoloBorroni_FF-7-325x217

Pierpaolo Borroni, consigliere regionale di Fdi

 

Proposta di legge per il recupero dei sottotetti, il consiglio regionale dà il via alla proposta di recupero e isolamento termico delle strutture. E’ stata approvata in consiglio la proposta di legge presentata dal consigliere regionale di Fdi Pierpaolo Borroni che permette la modifica di alcune norme regionali in materia urbanistica ed edilizia con particolare riferimento alle altezze minime degli ambienti sottostanti i tetti. L’iniziativa, che vede apposta la firma di tutti i consiglieri appartenenti al gruppo Fratelli d’Italia Regione Marche, è finalizzata a favorire la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente attraverso misure di contenimento del consumo di suolo. «Le misure introdotte per modificare i limiti alle altezze dei sottotetti, infatti, consentiranno virtuosi interventi di recupero assicurando – afferma il consigliere Borroni –  al netto delle strutture necessarie per l’isolamento termico dei locali, un’altezza media ponderata non inferiore a 2,20 metri, nonché un’altezza minima pari a 1,40 metri nei casi di copertura a falde inclinate e un’altezza minima non inferiore a 2,20 metri nei casi di coperture piane. L’intervento di ristrutturazione, secondo quanto previsto dalla proposta di legge di cui sono stato relatore di maggioranza, dovrà prevedere idonee opere di isolamento termico, assicurare prestazioni analoghe a quelle derivanti dall’applicazione di norme igienico-sanitarie statali e regionali e non potrà determinare la creazione di unità immobiliari autonome, quest’ultima misura al fine di arginare fenomeni di speculazione edilizia. Si tratta insomma di una vera e propria novità che offre opportunità, normativamente disciplinate, per tutti quei proprietari di abitazioni che con questa legge avranno la possibilità di valutare se recuperare a fini abitativi il proprio sottotetto senza dover sottostare a quei vincoli preordinati che prima ingessavano ipotesi di utilizzo dei loro locali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X