facebook rss

Furto di computer alle scuole ‘Carlo Urbani’:
bottino recuperato, minorenni nei guai

MAIOLATI SPONTINI - Dopo indagini accurate a seguito del raid del 29 maggio scorso, i carabinieri della Compagnia di Jesi hanno denunciato per furto aggravato in concorso al Tribunale per i Minorenni i cinque presunti autori, dell'età media di circa 15-16 anni
Print Friendly, PDF & Email

I pc portatili ed il tablet rubati all’Ic Carlo Urbani di Moie e recuperati dai carabinieri di Jesi anche con indagini tecnologiche

 

Furto di computer all’Istituto comprensivo ‘Carlo Urbani’ di Moie di Maiolati Spontini: i carabinieri della Compagnia di Jesi risolvono il caso in pochi giorni. Su delega del procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Ancona, Giovanna Lebboroni, i militari hanno svolto indagini finalizzate a identificare gli autori del furto di 14 dispositivi informatici asportati lo scorso 29 maggio nella scuola di Moie. Gli inquirenti, dai primi accertamenti sono risaliti a cinque presunti autori, dell’età media di circa 15-16 anni, di cittadinanza italiana e residenti nella provincia di Ancona, ritenuti responsabili in concorso tra loro del reato di furto aggravato per aver asportato i personal computer portatili ed un tablet dall’istituto scolastico. All’alba del 15 giugno 2021 i carabinieri dell’arma, dopo le indagini, hanno dato esecuzione al decreto di perquisizione e di sequestro emesso dal procuratore del Tribunale per i minorenni di Ancona rinvenendo il bottino e assicurandolo così alla giustizia. Le indagini repentine dirette e coordinate dal procuratore per i minorenni hanno così consentito di recuperare la merce rubata rintracciata proprio nella disponibilità delle persone deferite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X