facebook rss

Vertenza Indelfab, Lupini:
«Un passo avanti per progetti
verso la reindustrializzazione»

FABRIANO - Dopo lo stop ai 537 licenziamenti, la consigliera regionale del M5S sostiene e ringrazia l’azione della viceministra Alessandra Todde e della sottosegretaria Rossella Accoto. «E’ la procedura più difficile tra quelle che hanno colpito il territorio montano in questi anni»
Print Friendly, PDF & Email

Simona Lupini

 

 

 

Dopo lo stop ai 537 licenziamenti alla Indelfab, a Fabriano nelle Marche e a Gaifana in Umbria, e in attesa di un piano di reindustrializzazione del sito e formazione degli operai, la consigliera regionale Simona Lupini (Movimento 5 Stelle Marche) supporta l’azione della viceministra Alessandra Todde e della sottosegretaria Rossella Accoto. «La vertenza dell’ex Ardo/Jp Industries ora Indelfab è la più difficile, tra quelle che hanno colpito Fabriano in questi anni: il primo colpo inferto dalla crisi a un distretto che per decenni aveva conosciuto solo la crescita, e ora improvvisamente rischiava di tornare agli anni della povertà. – sottolinea la consigliera regionale pentastellata – Sono stati fatti molti tentativi di gestione di questa crisi industriale e occupazionale, e tante scelte si sono rivelate fallimentari: io ringrazio davvero Alessandra Todde e Rossella Accoto, che fin da subito si sono messe al lavoro per cercare di invertire la rotta, di promuovere veri progetti di reindustrializzazione e di formazione. Grazie al loro impegno, abbiamo fatto un altro passo in questa direzione, verso gli impegni che ci siamo prese insieme lo scorso 18 giugno al convegno ‘Focus Lavoro’ tenuto a Fabriano».

«Indelfab, ok alla cassa integrazione ma serve soprattutto lavoro»

Vertenza Indelfab, licenziamenti rinviati: altri sei mesi di cassa integrazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X