facebook rss

Dolore per la morte di Antonio Cariello:
«La Penitenziaria piange un fratello»

LE PAROLE dei colleghi del 35enne che ha perso la vita ieri mattina mentre procedeva lungo la Statale, all'altezza di Castelfidardo, a bordo della sua moto. Fatale lo scontro con un'auto dove viaggiava una coppia di anziani
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Cariello (ph. Fb)

 

La Polizia Penitenziaria della Basilicata in lutto per la scomparsa di Antonio Cariello, il 35enne che ha perso la vita ieri mattina lungo la Statale mentre era a bordo della sua moto, scontratasi con un’auto. Viveva con la moglie e i due figli a Camerano, ma era originario di Ruoti, in provincia di Potenza. «La tragica scomparsa di Antonio Cariello, assistente di polizia penitenziaria in servizio presso la Casa Circondariale di Ancona, originario di Ruoti (PZ) ci lascia sgomenti – afferma Saverio Brienza, segretario regionale del SAPPe (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria) Basilicata -. L’incidente stradale accaduto ieri 3 settembre 2021 nell’Anconetano che ha strappato alla vita il giovane collega, a soli 35 anni, lasciando la giovane moglie e i suoi due piccoli figli, lascia nello sconforto anche tutti coloro che lo conoscevano, tanto da alimentare una manifestazione di lutto anche da parte della Polizia Penitenziaria della Basilicata, dove Antonio era conosciuto e molto stimato. Conoscevo molto bene Antonio  così come conosco bene tutta la sua famiglia, a cui ripongo il più sentito cordoglio da parte del SAPPe della Basilicata.
Con la perdita di Antonio la Polizia Penitenziaria piange un fratello, stimato per le sue altissime qualità umane e professionali».

Lo schianto frontale con l’auto poi il volo nel campo: muore un agente della Penitenziaria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X