facebook rss

Scuole al via, buona la prima
Controlli sui bus e all’ingresso
«Ora non rimetteteci in dad»

ANCONA – Qualche assembramento, ma tutto è andato secondo i piani nel giorno del ritorno sui banchi. La verifica del Green pass non ha creato intoppi grazie alla piattaforma messa a disposizione dal ministero. La dirigente scolastica del liceo Savoia, Bertini: «Ci aspettiamo un anno in presenza, è ciò che chiedono i ragazzi»
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso dei ragazzi al Savoia-Benincasa

di Martina Marinangeli (foto di Giusy Marinelli)

Buona la prima. Nel giorno del ritorno sui banchi per gli studenti anconetani di ogni ordine e grado, non si sono registrati particolari intoppi. Qualche assembramento si è inevitabilmente formato all’ingresso degli istituti ed alle fermate dei bus, ma nessuna situazione da bollino rosso. «In 10 minuti, tutti i ragazzi hanno avuto accesso ai locali scolastici – fa sapere la preside del liceo Savoia-Benincasa, Alessandra Bertini –, anche grazie ai tre diversi ingressi ai plessi. Le 15 nuove prime – il gruppo più numeroso – sono entrate alle 8,30 ed è stato molto apprezzato il tutoring dei ragazzi del quinto rivolto a loro».

La misurazione della temperatura

Al momento dell’accesso all’istituto, agli studenti viene misurata la temperatura e postazioni per la sanificazione delle mani sono state disposte in più punti dell’edificio. «Il controllo del Green pass al personale scolastico non ha creato problemi – prosegue la dirigente – perché da lunedì è operativa la piattaforma Pn Dgc che permette la verifica già prima dell’ingresso, dunque non si sono formate file dovute a questo». Al Savoia-Benincasa, tutto il personale sarebbe dotato del certificato verde, a parte gli esenti per motivi di salute. «Ci aspettiamo un anno in presenza – conclude la preside – perché è ciò che vogliono i ragazzi: hanno bisogno di relazionarsi». E la conferma arriva dagli stessi studenti della classe 4C- seduti sugli ormai famosi banchi a rotelle – che in coro dicono «speriamo di evitare la didattica a distanza». Un auspicio di ritorno alla normalità, pur con mascherine e misure anti-Covid ancora vigenti, ma insieme, in presenza. Al termine delle lezioni – oltre al traffico in tilt come da prassi – qualche assembramento si è formato alle fermate dei bus, ma steward, controllori e polizia municipale hanno vigilato affinché le regole sul distanziamento venissero rispettate sia a bordo che a terra. Un avvio di anno scolastico anomalo, come quello del settembre 2020, ma con la speranza che, tra Green pass, vaccini e screening le lezioni da remoto siano soltanto un brutto ricordo. Controlli anche alle fermate dei bus da parte degli steward e della polizia locale. Nota a margine: intorno alle 9,30, una trentina di persone ha manifestato sotto l’Ufficio scolastico regionale contro il certificato verde.

La preside Bertini

Il controllo del Green Pass

la manifestazione sotto l’Ufficio Scolastico Regionale

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X