facebook rss

Turismo, i consiglieri di ‘X Sirolo’:
«Bilancio disastroso,
via le deleghe all’assessora»

ESTATE - Secondo Fabia Buglioni, Paola Babini e Roberto Marinelli sarebbero state disattese le aspettative, dal sito online ai trasporti per le spiagge, dagli eventi alla manutenzione dei sentieri fino alla sinergia con Numana, e viene chiesto al sindaco di revocare l'incarico. La replica del sindaco a sostegno di Barbara Serrani
Print Friendly, PDF & Email

Lo skyline di Sirolo

 

«Ci erano state prospettate visioni di un nuovo modo di fare turismo, di “qualità”. Invece a metà mandato è chiaro che non si può continuare ad affidare le due deleghe più importanti per un paese del livello di Sirolo a chi ha ampiamente dimostrato di non saperle gestire». A commentare la stagione balneare ormai agli sgoccioli sono i consiglieri comunali di minoranza del Gruppo “X Sirolo” Fabia Buglioni, Paola Babini e Roberto Marinelli. «Sono stati spesi quasi 30. 000 euro per una cucina che sarebbe dovuta diventare il centro di eventi enogastronomici di livello, illudendoci che, finalmente, qualcosa di nuovo veniva aggiunto all’offerta vista finora. – prosegue il comunicato di X Sirolo – È stato annunciato per mesi, e pagato profumatamente, un sito turistico che avrebbe emozionato i visitatori, dotato di un servizio unico di prenotazione per tutte le strutture, una vera innovazione per Sirolo. Il risultato è un sito incompleto, una vergogna ormai on line da diversi mesi. È stato annunciato l’acquisto dell’area del Teatro Alle Cave, atto che, seppur mai citato nel programma elettorale, sembrava essere diventato talmente strategico per questa Amministrazione da diventare il tormentone dell’estate. Qui si vuole investire nei teatri e nella cultura, si pensava. Caduto nell’oblio».

Per Buglioni, Babini e Marinelli invece la svolta green «doveva arrivare dai trasporti spiagge. Con abuso di superlativi venivano annunciati modernissimi mezzi euro 6, in nettissima discontinuità col passato fumoso. Da un rapido controllo delle targhe, proprio tutti euro 6 non sono stati…Invisibile la discontinuità con il passato. – continuano i consiglieri – Per non parlare della manutenzione dei sentieri e accessi alle spiagge, cui i validissimi operai avrebbero provveduto tempestivamente rendendoli pronti ad inizio stagione per i primi turisti della stagione “allungata” e “anticipata” grazie alle politiche di cui sopra. Quest’anno si è arrivati lunghi come non mai, e bastava un piovasco per mandare in tilt spiagge e sentieri. Abbiamo visto distruggere la pur minima sinergia esistente con Numana, attraverso continue azioni che hanno portato all’isolamento politico amministrativo di Sirolo. Definire un programma estivo di eventi, non vuol dire solo fare sagre e burattini, intasare il centro di bancarelle, organizzare qualche evento senza avere una linea e filo logico, ignorando gravemente il lavoro e le proposte delle associazioni culturali che da decenni organizzano sul territorio eventi di qualità».

Secondo il gruppo consiliare ‘X Sirolo’ fare turismo vuol dire «offrire servizi, gestire l’accoglienza, fare sistema con i Comuni limitrofi. Sono questi i temi che un assessore con delega a Turismo e Urbanistica, dovrebbe saper gestire, ma dopo tre stagioni, nessuna visione strategica per Sirolo. Rimanendo in tema di deleghe, dal punto di vista urbanistico, aspettiamo da decenni il nuovo piano regolatore, siamo già a metà mandato dell’amministrazione Moschella, e non si hanno notizie sul suo iter. Ricordiamo al sindaco e all’assessora che senza un Prg non è possibile realizzare il Piano Particolareggiato del centro storico di San Lorenzo, atteso da anni dai cittadini. Il sindaco – chiude la nota – prenda atto che Serrani sta disattendendo le aspettative, sia sul piano turistico che sul piano urbanistico. Pertanto, crediamo sia doveroso chiedere al sindaco di Sirolo di ritirare le deleghe all’assessora esterna Barbara Serrani».

LA REPLICA -« E’ assurda la richiesta di ritiro delle deleghe dell’Assessora Serrani pubblicata dal gruppo consiliare di minoranza X Sirolo, di cui è capogruppo Fabia Buglioni, già componente del gruppo consiliare Udc Sirolo, poi responsabile parchi del Pd e vicepresidente del Parco del Conero. Replica il sindaco Filippo Moschella – Le critiche arrivano al termine di una stagione estiva da incorniciare, in cui nessuna attività commerciale è stata chiusa per il covid, frutto delle concessioni di suolo pubblico per ampliare gli spazi di somministrazione all’aperto e dell’eccezionale campagna vaccinale voluta e iniziata in primavera dalla maggioranza, con la quale sono state effettuate oltre 4.000 vaccinazioni. In merito al superficiale minestrone di critiche del gruppo capeggiato da Fabia Buglioni, ricordo che la cucina professionale di Via Giulietti, voluta dalla Serrani e da tutta la giunta, è stata già utilizzata in più occasioni dalla Pro Loco, mentre a breve partiranno i progetti dell’Istituto Alberghiero Einstein-Nebbia e dell’Unitre, l’Università della terza età di Numana e Sirolo, quindi si tratta di una cucina a servizio del territorio e dei sirolesi».

Secondo il sindaco Filippo Moschella «il gruppo di Fabia Buglioni critica il sito internet, sicuramente da implementare, ma si dimentica dell’enorme successo che Sirolo ha ottenuto sui social come Facebook e Instagram, partiti per la prima volta proprio con la Serrani e questa amministrazione, che hanno permesso di raggiungere attivamente potenziali turisti provenienti dalle regioni italiane e dai paesi di riferimento. Si cita l’acquisto del Teatro alle Cave, fatto per risparmiare i soldi dei cittadini che da parecchi decenni pagano l’affitto, ma se la consigliera Buglioni si fosse degnata di documentarsi, avrebbe appreso che uno dei tre proprietari deve effettuare un’attività, mentre un secondo proprietario è deceduto, quindi la definizione della pratica si è allungata. Il gruppo lamenta che non tutti gli autobus di collegamento alle spiagge erano euro 6, ma si dimentica di dire che questa amministrazione ha eliminato i 2 autobus comunali euro 0, ha attivato per la prima volta il servizio di trasporto rivolto alle strutture ricettive per limitare il traffico veicolare verso il centro e, nel contempo, sempre per la prima volta, ha limitato enormemente i mezzi utilizzabili in Via Saletto dai balneari e dal ristorante, autorizzandone solo due per attività, tanto che la strada è rimasta sgombra e molto più sicura per tutta l’estate. Si cita la manutenzione dei sentieri per il mare, quando è stata fatta una delle più incisive opere di manutenzione straordinaria dei principali viottoli, abbandonati al loro destino».

Il sindaco di Sirolo contesta anche l’ipotesi di «distruzione della sinergia con Numana, quando i due comuni stanno collaborando nell’Associazione Riviera del Conero, per la costruzione della nuova scuola dell’infanzia, per la somministrazione dei vaccini alla Croce Azzurra e per il soccorso nautico della Croce Rossa, che ha effettuato parecchi interventi tutta l’estate.- sottolinea Moschella – Si critica l’organizzazione degli eventi estivi, quando l’Assessora Serrani ha lavorato mesi e mesi per organizzare, con limitate risorse economiche, i circa 90 eventi estivi di qualità, completi di piani di sicurezza e di tutte le complesse procedure di contrasto al covid, tanto che si sono svolti tutti regolarmente. Il gruppo X Sirolo critica maldestramente anche l’improvvisazione dell’Architetto Serrani nel settore urbanistico, suo settore di competenza professionale, affermando che da decenni si attende il piano regolatore di adeguamento alla variante del Piano del Parco del Conero del 2006, ma si dimentica che la capogruppo Fabia Buglioni dal 2009 al 2013 è stata Assessore nella giunta del sindaco Moreno Misiti, cugino del marito, fino a quando non gli sono state tolte le deleghe. La variante al PRG, quasi pronta, sarà messa al più presto all’ordine del giorno del Consiglio Comunale e conterrà tantissime novità per rendere più green Sirolo».

Insomma, il gruppo di Buglioni secondo il primo cittadindo di Sieolo tenta «senza riuscirci, di trasformare l’enorme successo dell’estate sirolese (certificato anche da Aldo Spadari che, nel post pubblicato su Facebook il 15 settembre, in occasione della chiusura della sua attività ricettiva, ha parlato di “stagione 2021 leggendaria”), lamentando afflussi “gravemente incontrollati”, quando è stato l’anno in cui è stato attuato il maggior controllo del territorio con l’accoglienza nelle spiagge dell’Associazione Nazionale Carabinieri, l’app per contingentare gli arrivi a mare, prevenire gli assembramenti e tutelare la sicurezza dei bagnanti, il controllo della viabilità lungo la SP1, il presidio del Passo del Lupo e dell’ingresso di Piazza Vittorio Veneto, le ordinanze di chiusura notturna dei locali del centro storico e delle spiagge per evitare criticità e la presenza delle altre forze dell’ordine. Sono contento – chiude Filippo Moschella – che le critiche mosse riguardano moltissime nuove attività realizzate da questa amministrazione comunale, quindi certificano oggettivamente che le opere realizzate dalla maggioranza, in soli due anni e in piena pandemia, sono state tantissime, rispetto all’immobilismo del passato, specialmente nel settore turistico. Rinnovo quindi tutta la mia stima all’assessore Barbara Serrani, che gode anche della fiducia di tutta la giunta. Sono certo che continuerà a svolgere con competenza e professionalità il gravoso compito politico che le ho assegnato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X