facebook rss

Urne aperte nell’Anconetano:
al voto per scegliere 4 sindaci

AMMINISTRATIVE a Castelfidardo, Cupramontana, Camerano e Santa Maria Nuova. Chiamati ad esprimere la propria preferenza circa 30mila cittadini
Print Friendly, PDF & Email

Urne aperte da questa mattina alle fino alle 23, e domani, 4 ottobre, dalle 7 alle 15 a Castelfidardo, Camerano, Cupramontana e Santa Maria Nuova, i 4 Comuni della Provincia di Ancona al voto per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali. A Castelfidardo, unica città che supera i 15mila abitanti si vota con il sistema proporzionale a doppio turno, e l’eventuale ballottaggio è previsto  per domenica 17  e lunedì 18 ottobre. Nella provincia di Ancona gli elettori chiamati alle urne sono in totale 30.837 (15.147 uomini e 15.690 donne). Le regole imposte dall’emergenza pandemica prevedono che i componenti dei seggi  – così come gli elettori – devono indossare la mascherina chirurgica e rispettare il distanziamento sociale per accedere alle cabine del voto.

 

 

 

CASTELFIDARDO –  Castelfidardo voterà il suo nuovo sindaco con il sistema a doppio turno. E’ ammesso il voto disgiunto e in caso di preferenze per i consiglieri comunali è possibile esprimerne due ma per candidati di sesso diverso (un uomo e una donna). Sono 4 i candidati alla fascia tricolore, in lizza con 10 liste di aspiranti alla conquista dei 16 seggi del Consiglio comunale (10 alla maggioranza, 6 alla minoranza). Roberto Ascani web manager marketing 44 anni è il primo cittadino uscente sostenuto in questa competizione elettorale da due liste (M5S e Castelfidardo Futura). L’imprenditore 58enne Marco Tiranti è il nome scelto dal centro sinistra (Pd-Bene in Comune, Uniti e Attivi, Sinistra Unita e Azione Civica Solidale). Tommaso Moreschi, architetto 48 anni guida invece la compagine del movimento civico storico della città, Solidarietà Popolare, mentre la farmacista 62enne Gabriella Turchetti con le sue tre liste (Fare bene per Castelfidardo- Lega- FdI) è l’anima del centrodestra. Sono 16.027 gli elettori fidardensi (8.140 donne e 7.887 uomini) chiamati alla urne per le elezioni Comunali. Numeri accresciuti rispetto alla tornata elettorale del 2016 quando gli aventi diritto al voto furono 15.562 (7.648 uomini e 7.915 donne). Cinque anni fa le elezioni amministrative erano state vinte al secondo turno dal pentastellato Roberto Ascani il 57,46% dei voti contro 42,54% di Henry Adamo (Solidarietà Popolare) ribaltando il risultato del primo turno. Entrambi avevano rifiutato apparentamenti ufficiali. Se lunedì, all’apertura delle urne, nessuno dei 4 ‘sindaci’ avrà ottenuto la maggioranza assoluta dei voti validamente espressi, i castellani torneranno alle urne tra 15 giorni. LISTE e candidati al Consiglio comunale

Oriano Mercante

Marinella Ippoliti

Giorgio Giostra

 

CAMERANO – Una sfida a tre per diventare protagonisti del futuro della città del Rosso Conero. La posta in palio è la poltrona di sindaco. A contendersela sono Oriano Mercante (lista Camerano Unita in quota centrosinsitra), 63 anni, dirigente medico in pensione e segretario del sindacato Anaao Assomed; Marinella Ippoliti (lista NuovaMente Camerano), avvocato, 49 anni, sostenuta dalla maggioranza al governo della Regione, e Giorgio Giostra (Camerano è ora) che ripropone la sua candidatura a sindaco come cinque anni fa. A Camerano, comune di 7.213 abitanti, gli elettori sono 6.781 ( 3.330 uomini e 3.451 donne) ma molti sono gli iscritti all’Aire, il registro anagrafico dei residenti dell’estero, che nel caso di Camerano vivono  soprattutto in Argentina. Con ogni probabilità diserteranno le urne. Lo scrutinio delle schede si avvierà subito domani  alla chiusura dei seggi e già in serata  il paese conoscerà il nome del nuovo sindaco e l’elenco dei 12 consiglieri comunali eletti. Nel 2016, il sindaco uscente Annalisa Del Bello (Insieme per Camerano, area centrosinistra) aveva vinto le Comunali con 1.334 voti pari al 35,68% del consenso. LISTE e candidati

Enrico Giampieri

Clarice Orsi

Laura Paolini

 

CUPRAMONTANA – Una poltrona per tre. E’ lo scenario del voto amministrativo a Cupramontana del dopo Cerioni. Enrico Giampieri (Progetto Cupra’ in quota centrosinistra), 60 anni, tecnico della prevenzione all’Asur, assessore per due mandati amministrativi vortrebbe raccogliere il testimone del sindaco uscente e attiuale presidente della Provincia di Ancona. Le competitor sono due donne: Laura Paolini avvocato di 58 anni, sostenuta dalla lista civica apartitica ‘Scelgo Cupra’ e Clarice Orsi, 46 anni psicologa e psicoterapeuta, insegnante alla scuola primaria di Cupramontana lanciata dalla lista civica “Tradizione e Futuro” in quota centrodestra. Dodici i seggi del Cosiglio comunale da conquistare alle urne con una vittoria possibile solo al primo turno. Gli elettori di Cupramontana (città di 4.838 abitanti, sono 4.227 (2.774 uomini e 2.153 donne). Nel numero complessivo sono compresi 40 elettori Ue (10 uomini e 30 donne). Nel 2016 vinse la competizione delle Amministrative Luigi Cerioni, riconfermato alla guida della Capitale del Verdicchio con 1.988 voti pari al 91,7% dei consensi. LISTE e candidati

Alfredo Cesarini

 

SANTA MARIA NUOVA – Occhi puntati su Alfredo Cesarini, unico candidato per le elezioni comunali di Santa Maria Nuova, 4.199 abitanti e 3.762 elettori (1.846 uomini e 1.916 donne). Per vincerle il candidato sindaco dovrà convincere almeno il 40% degli aventi diritto (più uno) a recarsi nei 4 seggi elettorali del paese. Se il quorum, attestato sui 1266 votanti, non sarà raggiunto, l’elezione sarà persa e il Comune verrà commissariato. L’unica sfida che Cesarini, in campo per il secondo mandato, dovrà affrontare è quindi quella contro l’astensionismo. Nel 2016 questo sindaco aveva vinto la competizione elettorale delle Comunali con 995  voti (pari al 43,1%)  contro gli avversari Angelo Santicchia (Partecipazione e Trasparenza) attestatosi sui 668 voti (28,9%) e Fabio Iencenella (Progetto Paese) con 645 preferenze (27,9%). LISTA dei candidati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X