facebook rss

Delegazione di Treuenbrietzen
depone mazzo di fiori
sulla tomba di Edo Magnalardo

CHIARAVALLE è gemellata con la città tedesca dove il chiaravallese si salvò fortunosamente dal massacro nazista
Print Friendly, PDF & Email

La delegazione tedesca al cimitero di Chiaravalle con il sindaco Damiano Costantini  (al centro)

 

Si rinnova il vincolo di amicizia tra Chiaravalle e Treuenbrietzen. «Nel pomeriggio di ieri, 3 ottobre – ricorda il sindaco di Chiaravalle, Damiano Costantini – un gruppo di cittadini tedeschi provenienti da Treuenbrietzen ha fatto visita, presso il cimitero di Chiaravalle, alla tomba di Edo Magnalardo: il nostro concittadino che durante la Seconda guerra mondiale fu prigioniero in Germania e si salvò fortunosamente da un massacro nazista perpetrato proprio a Treuenbrietzen. È dalla sua testimonianza che ha preso le mosse il gemellaggio (ufficializzato nel 2010) tra la cittadina tedesca e il Comune di Chiaravalle, a riprova di come le ferite della storia possono tramutarsi in occasioni di fratellanza tra i popoli». Alla cerimonia, seguita da un ulteriore momento di incontro presso la Biblioteca comunale, hanno preso parte con il sindaco Costantini, gli assessori Andrea Alcalini e Francesco Favi, le figlie di Edo Magnalardo e i loro familiari assieme ad altri cittadini chiaravallesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X