facebook rss

Il Museo Omero parla
di street art con Cyrille Gouyette

ANCONA – L’appuntamento è per martedì pomeriggio all’Auditorium della Mole Vanvitelliana. Stefano Verri guiderà il dibattito incentrato sulla presentazione dell’ultimo libro dello storico dell'arte del Dipartimento Educazione del Musée du Louvre. Consigliata la prenotazione
Print Friendly, PDF & Email

Cyrille Gouyette

 

Il Museo Tattile Statale Omero, martedì prossimo 19 ottobre alle ore 17:30, presso l’Auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona, organizza un incontro per parlare di street art con Cyrille Gouyette, storico dell’arte e incaricato per il Dipartimento Educazione del Musée du Louvre. Stefano Verri guiderà il dibattito incentrato sulla presentazione, in anteprima assoluta, dell’ultimo libro di Gouyette “Une Street Histoire de l’Art” ovvero “Una Storia della Street Art”, uscito il 14 ottobre per la prestigiosa casa editrice Gallimard. Sarà possibile seguire l’incontro anche in diretta streaming sulla pagina Facebook @MuseoOmero. Il libro- fa sapere una nota del Museo Omero di Ancona – , ha come sottotitolo “50 anni di arte urbana rivelano 5000 anni di storia dell’arte” e muove dalla domanda “L’artista può sottrarsi alla storia dell’arte?”.Ingresso libero ma green pass obbligatorio e la prenotazione consigliata al 342 50 60 364 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13. Sarà possibile seguire l’incontro anche in diretta streaming sulla pagina Facebook @MuseoOmero (per oinfo.: alla mail info@museoomero.it p sul sito www.museoomero.it).

Come scrive l’autore: “L’obiettivo di questo libro è di mostrare, a partire da una vasta scelta di artisti (più di 200) tra i più emblematici della scena urbana contemporanea, come le loro opere si riferiscano alla storia della creazione artistica occidentale, nella quale ogni epoca trova il suo corollario nell’arte urbana. Al di là d’una persistenza dei soggetti che attraversano i secoli, si tratta di esplicitare i codici formali e di decriptare le mode espressive degli artisti per mostrare come gli artisti di strada le assimilino e le trascendano.”

Cyrille Gouyette, laureato in storia dell’arte alla Sorbonne, ha iniziato a lavorare al Museo del Louvre nel 1991, sviluppando programmi pedagogici per un pubblico giovanile e per persone con disabilità. Nel 2008 programma una mostra dal titolo “Saison street art” confrontando artisti classici e urbani. Il suo libro intitolato “Sous le street art – Le Louvre” mostra l’eredità dei maestri antichi in questo movimento dell’arte contemporanea. Nel 2019 organizza la mostra “Veni, Vidi Vinci – La street art davanti al genio” nel Fluctuart, il nuovissimo centro d’arte urbana di Parigi. Convinto del ruolo che l’arte urbana gioca per una trasformazione virtuosa della società, si occupa della programmazione del nuovo MUR Bastille a Parigi dove espone artisti urbani ogni stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X