facebook rss

Stroncato da un malore a 43 anni:
addio a Simone ‘Tito’ Santoni

ANCONA - L'uomo, ex operaio del cantiere navale, è stato trovato in bagno, privo di vita, dal padre. La camera ardente è stata allestita nella Casa Funeraria Tabossi
Print Friendly, PDF & Email

Simone “Tito” Santoni

 

E’ stato trovato privo di vita, in bagno, colpito da un malore fatale a 43 anni.
Simone Santoni, conosciuto con il soprannome di ‘Tito’, è morto nella notte nella casa dei genitori, dove abitava insieme a loro nel quartiere del Q2.
A fare la tragica scoperta è stato il padre. Chiamati subito i soccorsi, per l’uomo non c’è stato purtroppo nulla da fare.
La notizia della sua morte si è diffusa nel primo pomeriggio lasciando gli amici sgomenti e increduli.
Ex operaio alla Fincantieri, quest’estate aveva lavorato al rimessaggio di canoe vicino alla Torre di Portonovo. Il mare, quello di Ancona, era uno dei suoi fili conduttori.
Un ragazzo amante poi della pesca e della musica: quella impegnata e gioiosa della Bandabardò.
Proprio nella pagina Facebook del Fun Club del gruppo musicale, uno dei tanti messaggio di cordoglio hanno invaso la bacheca: «Caro Simone Santoni per tutti noi sempre Tito. Ti abbracciamo in un grande girotondo come ai concerti. Ci stringiamo tutti di nuovo per tenerci la mano anche in questo momento. Buon viaggio», così come moltissimi sono quelli pian piano comparsi sul suo profilo social, scritti dagli amici.
La notizia della sua morte è stata tanto improvvisa quanto inaspettata.
Simone Santoni lascia la mamma Lorenza, il papà Mario, il fratello Matteo. La camera ardente sarà allestita nella Casa Funeraria Tabossi in via della Montagnola 13 a partire da domani, mercoledì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Gli ingressi saranno contingentati in ottemperanza alle norme di contenimento del Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X