facebook rss

Sirolo, inaugurata
la nuova ala del cimitero

LOCULI e ossari, edificati per un impegno di spesa di 190mila euro, sono collegati all'area storica del camposanto attraverso un ponte che elimina le barriere architettoniche
Print Friendly, PDF & Email

La nuova ala del cimitero di Sirolo

 

E’ stata inaugurata domenica scorsa l’ultima ala del cimitero comunale di Sirolo dal sindaco Filippo Moschella, al termine della messa celebrata davanti alla chiesetta dello stesso cimitero da don Michele Marchetti e dal viceparroco, alla presenza di tutta la cittadinanza. La nuova ala, collegata alla precedente con un ponte per permettere l’accesso alle persone diversamente abili, contiene 96 loculi e 176 ossari. Il manufatto, costato circa 190.000 euro, è stato realizzato da una ditta locale.

Il sindaco Filippo Moschella, dopo aver ringraziato la cittadinanza per la partecipazione, ha raccontato che nel giugno 2019, all’atto della nomina della nuova giunta, erano disponibili circa 6 loculi a fronte di oltre 35 decessi annui: l’ennesima opera incompiuta lasciata dalle precedenti amministrazioni. «Appena 9 mesi dopo, il 9 marzo 2020, l’Italia è entrata in lockdown per la pandemia dovuta al Covid-19. Ogni giorno sono morte centinaia di persone, ma per fortuna i sirolesi hanno osservato tutte le regole, tanto che il virus ha solo sfiorato il paese. – ha ricordato Moschella – Nel 2021, grazie all’organizzazione realizzata dal Comune di Sirolo, Croce Azzurra e medici di famiglia, i sirolesi hanno beneficiato del punto vaccinale comunale straordinario, che fino a oggi ha somministrato oltre 4.000 dosi di vaccino, mettendo in sicurezza l’intera popolazione. Insomma, oggi, – ha terminato il sindaco – possiamo affermare di aver lavorato duramente per scongiurare in ogni modo le criticità dovute alle carenze di tombe e, contemporaneamente, per dare la possibilità di avere un luogo decoroso ove piangere i propri cari, insomma in bel segnale di civiltà». Prossimo passaggio la sistemazione dei particolari del cimitero, come i cancelli arrugginiti e le coperture.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X