facebook rss

A Belvedere Ostrense c’è
il “Festival della Salamora”

WEEK END - Domenica prossima eventi e percorsi gastronomici alla riscoperta del tradizionale condimento a base di olio novello aromatizzato con finocchio selvatico, bucce d’arancia e aglio
Print Friendly, PDF & Email

 

Si terrà domenica prossima, 21 novembre, a Belvedere Ostrense il primo “Festival della Salamora di Belvedere”, dedicato alla riscoperta e valorizzazione di un prodotto tipico della tradizione contadina belvederese. La Salamora- ricorda una nota stampa del Comune – è un condimento a base di olio novello aromatizzato con finocchio selvatico, bucce d’arancia e aglio che il Comune di Belvedere Ostrense insieme a Coldiretti e alla Regione Marche sta facendo riscoprire, recuperando anche una antica storia gastronomica locale. Per far conoscere le tante peculiarità e versatilità della Salamora, il Comune e la Pro Loco hanno organizzato un’intera giornata di eventi e gusto con convegni, cantine aperti, annullo filatelico, artisti di strada e mercatino di prodotti tipici.

Il programma di domenica prevede alle ore 10 il convegno “La Salamora di Belvedere” con corso di assaggio dell’olio presso l’ex Convento delle Clarisse, alle ore12 l’apertura delle cantine a pranzo con menù fisso a 16 euro (solo su prenotazione allo 351-8032059 e con green pass); alle ore 12 e alle ore 19 lo spettacolo per bambini con Kalù Kalù in piazza Martiri Patrioti. Nel pomeriggio alle 14,30 visita guidata gratuita del centro storico; alle 15 e alle 18 spettacolo di strada con Pallotto in piazza Martiri Patrioti; alle ore 15,30 inaugurazione della mostra “Gli archetipi del mio immaginario” presso l’ex Convento delle Clarisse, alle ore 16 l’annullo filatelico “La Salamora di Belvedere” a cura di Poste Italiane, alle ore 16,30 dal Bagaglino di Canale 5, spettacolo comico con Il Magico Alivernini in piazza Martiri Patrioti. Infine alle ore 19 apertura delle cantine per cena solo su prenotazione e muniti di green pass. Tutto l’evento si terrà nel cuore del centro storico, con sette cantine che accoglieranno i visitatori e le sale del restaurato ex convento delle Clarisse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X