facebook rss

Smaltimento irregolare di rifiuti:
ogni 10 giorni una sanzione

JESI - L’ultima violazione in ordine di tempo si è registrata nei giorni scorsi in via Santa Lucia, una zona in prossimità del cimitero principale già sotto controllo dalla Polizia locale per un fenomeno ricorrente di abbandono di sacchi dell'immondizia, con tanto di esposto di un privato cittadino
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Nell’ultimo trimestre sono state 35 le ispezioni effettuate dagli agenti della Polizia locale di Jesi sul regolare smaltimento dei rifiuti solidi urbani e 9 le sanzioni comminate (praticamente una ogni 10 giorni) per conferimenti non correttamente eseguiti o abbandono di sacchi di immondizia ai bordi delle strade o in aperta campagna.
L’ultima violazione in ordine di tempo si è registrata nei giorni scorsi in Via Santa Lucia, una zona in prossimità del cimitero principale già sotto controllo dalla Polizia locale per un fenomeno ricorrente di abbandono rifiuti, con tanto di esposto di un privato cittadino. Proprio quest’ultimo ha notato un’auto accostarsi ai margini della strada e scaricare accanto ai tradizionali cassonetti riservati ai residenti una serie di rifiuti ingombranti, per poi andarsene apparentemente indisturbato. In realtà il cittadino era riuscito sia ad individuare modello e colore dell’auto, sia il numero di targa, tutto poi immediatamente riportato alla Polizia locale. Gli agenti, riscontrata la correttezza delle informazioni fornite, sono risaliti al proprietario del veicolo, un pensionato di Chiaravalle, che è stato convocato al Comando. Qui, di fronte all’evidenza dei fatti, l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità venendo pertanto sanzionato come previsto dalle norme (circa 50 euro).
L’occasione è utile per rimarcare l’importanza del corretto smaltimento dei rifiuti, sia sotto il profilo ambientale che economico per la comunità, ricordando che le azioni di prevenzione e controllo per contrastare fenomeni di abbandono abusivo sono costanti e interessano tutto il territorio comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X