facebook rss

Jesi, torna Covid free
la casa di riposo

REGOLE di accesso nuove per la struttura di via Gramsci e quelle controllare dall'Asp Ambito 9: dal 30 dicembre chi vorrà andare a visita un parente ospiti delle strutture dovrà avere ricevuto già due vaccini ed esibire un tampone negativo o aver completato il ciclo vaccinale con la terza dose
Print Friendly, PDF & Email

La casa di riposo di Jesi

 

Festività natalizie senza Covid alla casa di riposo di Jesi e nelle altre tre strutture per anziani gestite dall’Asp Ambito 9 (ad Apiro, Cingoli e Staffolo). E se per le residenze periferiche la situazione era tranquilla da tempo, un minimo di preoccupazione la destava quella principale, sia per l’alto numero di ospiti – ben 107, il massimo consentito a conferma dalla qualità dei servizi offerti – sia per la presenza di tre anziani, tra cui marito e moglie, che proprio alla vigilia della terza dose erano risultati positivi. Avviate tutte le procedure previste, il rischio di focolaio è stato subito scongiurato, fino ad arrivare alla definitiva negatività dei tamponi per gli ospiti contagiati.
Ad oggi dunque, la casa di riposo di via Gramsci,  al pari delle altre tre gestite dall’Asp Ambito 9, si appresta ad avviare le procedure previste dal nuovo decreto governativo circa l’accesso dei familiari. In pratica da giovedì prossimo 30 dicembre, chi vorrà andare a visita un parente ospiti delle strutture dovrà avere ricevuto già due vaccini ed esibire un tampone negativo o aver completato il ciclo vaccinale con la terza dose. A Jesi, in particolare, per quanti non potranno esibire questa documentazione, ci si è attrezzati per permettere agli anziani ospiti almeno un contatto visivo. Per questo è stata attrezzata una stanza per i familiari, con accesso autonomo, dove attraverso una vetrata potranno essere visti, nella stanza adiacente, dal congiunto, senza ovviamente alcun tipo di contatto.
«Il dato che nelle quattro principali strutture residenziali per anziani del nostro territorio, gestite dall’Asp Ambito 9, non vi siano positivi è assolutamente significativo – ha sottolineato il presidente Matteo Marasca – soprattutto se si considera il generalizzato aumento dei contagi da Covid-19 nella nostra regione e nel paese. Ciò è il risultato di un ottimo lavoro svolto dell’azienda e dagli operatori impegnati nel servizio, che hanno saputo garantire la massima sicurezza per gli ospiti.
Altro dato importante sono le visite da parte dei familiari nel rispetto delle normative vigenti e la predisposizione da parte dell’azienda di soluzioni finalizzate a facilitare il più possibile tali operazioni. Un ringraziamento va agli stessi familiari, con cui vi è un confronto costante e piena collaborazione. L’invito, tuttavia, è quello di non abbassare la guardia, da parte di nessuno, visti i rischi dovuti alla situazione contingente. Vogliamo guardare al nuovo anno con maggiore fiducia, consapevoli delle difficoltà, ma anche dell’importante lavoro fatto in quasi due anni di pandemia».

Jesi, alla casa di riposo 3 ospiti e 2 operatori positivi al Covid

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X