facebook rss

«Si chiude nel caos
l’anno del sindaco Santarelli»

FABRIANO - E' il commento di Angelo Cola (Pd): «Tra i saluti di consiglieri comunali, la fuga di dirigenti e la chiusura di servizi, il primo cittadino prenda atto e in un sussulto di dignità si dimetta»
Print Friendly, PDF & Email

Angelo Cola

 

«Si chiude l’anno nel più completo e manifesto caos politico e amministrativo. La Giunta Santarelli ha raggiunto il traguardo storico della completa nullità ed inefficienza: dimissioni di consiglieri, fuga di dirigenti, chiusura di servizi, abbandono di strutture pubbliche e infine risarcimenti dopo sentenze del tribunale amministrativo. – commenta Angelo Cola, commissario del Pd Fabriano – Nessun sindaco storicamente ha mai raggiunto e realizzato un così cospicuo “traguardo di fallimenti”. La cosa incredibile risiede nel fatto che Santarelli invece di chiedere “perdono” continua ad inondare la città di comunicati inqualificabili. Se Santarelli credesse veramente a quello che fa e dice dovrebbe avere il coraggio di ricandidarsi e sottoporsi al giudizio dei cittadini, cosa che ovviamente non farà. La Giunta e la maggioranza grillina al comune di Fabriano non esiste più chiediamo che il sindaco ne prenda atto e in un sussulto di dignità si dimetta».

Il Partito Democratico chiede inoltre agli organi competenti «di vigilare sulla situazione amministrativa creatasi nella città e nei suoi organi istituzionali. Invitiamo Santarelli a non assumere ulteriori atti lesivi delle finanze comunali, danneggiare ulteriormente il patrimonio pubblico e predeterminare decisioni amministrative che si ripercuoteranno in futuro. In tal senso ci impegniamo in sede di Corte dei Conti a sollevare quesiti di legittimità e responsabilità per causato danno e sperpero di denaro pubblico» chiude la nota di Angelo Cola.

 

Fabriano, si dimette il consigliere comunale Guido Passari

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X