facebook rss

«Bper, ricambio generazionale
e riduzione forza lavoro:
percorso necessario nelle Marche»

ACCORDO - Manuel Mari, dirigente regionale Unisir Bper, commenta l'intesa raggiunta fra il gruppo bancario e i sindacati relativa all'ottimizzazione degli organici nazionali che consentirà di diminuire in modo strutturale gli oneri del personale: «Era necessario nel nostro territorio in cui Bper, grazie ai forti investimenti effettuati, è diventata uno dei player principali per l'economia locale»
Print Friendly, PDF & Email

 

manuel_mari-1-310x400

Manuel Mari

«Un accordo articolato ed importante per gettare le basi di un percorso di armonizzazione contrattuale, particolarmente necessario nel territorio delle Marche in cui Bper, grazie ai forti investimenti effettuati, è diventata uno dei player principali per l’economia dell’intera regione». È quanto dichiara il dirigente regionale Unisir Bper Manuel Mari, in seguito all’intesa raggiunta dal gruppo bancario con le organizzazioni sindacali, «relativa all’ottimizzazione degli organici nazionali e volta a favorire un ricambio generazionale e professionale, unitamente a una riduzione della forza lavoro, che consentirà di diminuire in modo strutturale gli oneri del personale – si legge nella nota della banca -. Il processo di ottimizzazione degli organici prevede l’uscita di 1.700 risorse, anche tramite il ricorso al fondo di solidarietà di settore. A fronte di dette uscite, nell’ambito dell’accordo sono state definite 550 nuove assunzioni, anche con specifiche competenze professionali, e la stabilizzazione di 300 contratti a termine, con attenzione verso i territori ove è presente il gruppo – conclude la nota -. Con i sindacati sono state concordate anche nuove previsioni in tema di previdenza complementare, assistenza sanitaria e altri aspetti normativi per i lavoratori della capogruppo ed è stato raggiunto un nuovo accordo di gruppo riferito alla mobilità territoriale».

bper_macerata-e1613734166562-315x400

Bper a Macerata

«Attenzione che viene difatti confermata con garanzia di nuova occupazione nelle Marche con tassi di sostituzione significativi rispetto alle future uscite per esodo/pensionamento», conclude il segretario regionale di Bper Manuel Mari. «Sono molto soddisfatto degli accordi raggiunti, che costituiscono un’importante premessa per le nuove sfide che il Gruppo sarà chiamato ad affrontare con il Piano Industriale 2022-2024 – aggiunge Piero Luigi Montani, amministratore delegato di Bper Banca. Tali accordi consentiranno, tra l’altro, l’ingresso di nuove risorse, a sostegno anche dell’occupazione giovanile e in un’ottica di ricambio generazionale. Sottolineo, inoltre, l’importante armonizzazione di alcuni trattamenti economici e normativi che riguardano le varie aziende coinvolte dalle recenti operazioni straordinarie, portate a termine con successo dal gruppo Bper Banca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X