facebook rss

Corte d’Appello e procura generale
nella ex sede dell’Inps

ANCONA - Se l'affare dovesse andare in porto, nell'edificio di piazza Cavour troverà posto anche il Tribunale di Sorveglianza. A farlo sapere, alla vigilia della cerimonia dell'anno giudiziario, il dottor Luigi Catelli, presidente del palazzo di giustizia di via Carducci
Print Friendly, PDF & Email

Corte d’Appello ad Ancona

 

Corte d’Appello, procura generale e Tribunale di Sorveglianza potrebbero presto trasferirsi nell’ex sede dell’Inps, a piazza Cavour. A farlo sapere, alla vigilia dell’inaugurazione del nuovo anno giudiziario, è stato il presidente della Corte d’Appello Luigi Catelli. Il palazzo, non più usato dal 2016, verrà acquistato entro il 2022 dal Demanio per giungere a una «definitiva e soddisfacente sistemazione» degli uffici che più negli ultimi anni hanno dovuto affrontare problemi di spazio.

Dopo l’assicurazione ministeriale delle necessarie risorse economiche,  è stata avviata una ricerca di mercato per acquistare un immobile idoneo alle esigenze degli uffici giudiziari il 21 giugno 2021: «all’esito della gara sono pervenute due offerte tra cui quella relativa al palazzo della ex Inps di piazza Cavour», di proprietà della società Investire Sgr.

Luigi Catelli, presidente della Corte d’Appello

«Adeguatamente ristrutturato – ha detto Catelli – sarebbe indubbiamente idoneo a soddisfare in modo funzionale e duraturo le annose esigenze legate alla ristrettezza degli spazi dei nostri uffici giudiziari». Sarebbero a «buon punto gli step procedurali per l’eventuale perfezionamento dell’acquisto da parte del Demanio che si confida possa avvenire entro il 2022». Lo stabile vanta una superficie di 9mila mq, si trova a 400 metri dal palazzo di giustizia di Corso Mazzini, si affaccia su una delle piazze principali del centro nei pressi della sede municipale, delle Poste Centrali, degli uffici del Consiglio regionale e finanziari. Nel frattempo, per ovviare alle carenze di spazi nell’attuale sede di via Carducci 3, è stato avviato un percorso di ampliamento: in particolare verrà realizzata la copertura del terrazzo al quarto pianto dello stabile, in tutta la zona in cui sono già presenti i pilastri e le travi per una superficie totale di 145 mq da destinare ad uffici. «C’è da sperare – ha concluso Catelli – che il 2022 possa rappresentare l’anno di svolta per risolvere le gravi criticità logistiche degli uffici giudiziari di Ancona; ponendo le premesse per una sistemazione definitiva che nel volgere di qualche anno arricchirà la città di spazi civici qualificanti, in cui finalmente amministrare in modo funzionale e dignitoso la giustizia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X