facebook rss

Falconara apre le porte
ai profughi ucraini

APPELLO del sindaco Signorini rivolto a tutti i cittadini che vogliono mettere a disposizione un’ abitazione o offrirsi per l’ospitalità in famiglia con particolare riguardo a donne, bambini, anziani, soggetti fragili e nuclei familiari
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Stefania Signorini insieme a Adriana Khanyk durante il corteo per la pace

 

Per accogliere i profughi provenienti dall’Ucraina il sindaco Stefania Signorini chiede la collaborazione dei cittadini falconaresi. «Solidarietà è dare concretezza alle parole e ai sentimenti» dichiara il sindaco di Falconara, impegnata in queste ore, insieme agli uffici comunali, nella messa a punto del programma di accoglienza ed ospitalità.

«Apriamo le porte ai profughi di guerra – chiede il Sindaco – nel nostro piccolo abbiamo la possibilità di ospitare i profughi in fuga dalla loro terra. Sono certa che qui troveranno la serenità e la pace di cui hanno bisogno per superare questa dolorosa pagina di vita, possiamo offrire ospitalità, e il calore delle nostre famiglie». L’appello del sindaco è rivolto a tutti i cittadini falconaresi che vogliono mettere a disposizione un’ abitazione o offrirsi per l’ospitalità in famiglia con particolare riguardo a donne, bambini, anziani, soggetti fragili e nuclei familiari.

Quanti fossero interessati a offrire ospitalità, su base volontaria, ai cittadini provenienti dall’Ucraina nell’attesa di una loro sistemazione definitiva possono contattare la segreteria del sindaco ai seguenti recapiti 071 9177222/274 o i Servizi Sociali del Comune ai numeri 071 9177572/834 o tramite email all’indirizzo sostegnoucraina@comune.falconara-marittima.an.it

A breve sarà disponibile anche un IBAN dedicato al sostegno dei profughi in permanenza e in accoglienza.

Tutte le tipologie di accoglienza saranno autorizzate e amministrate tramite la Prefettura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X