facebook rss

“La ballata dei gusci infranti” vince
il premio Best Drama a Tokyo

CINEMA - Il film con Simone Riccioni, nato dal libro autobiografico di David Miliozzi su idea della ginecologa Elisabetta Garbati ha conquistato il Giappone. «Il riconoscimento che ci è stato assegnato conferma l’universalità di questa pellicola»
Print Friendly, PDF & Email

dd

Da sinistra Samuele Sbrighi, Simone Riccioni, Federica Biondi, Jonathan Arpetti, David Miliozzi ed Elisabetta Garbati nel giorno dell’anteprima nazionale del film

di Giulia Sancricca

Una storia Maceratese, girata sui Sibillini e premiata in Giappone. Ha preso il volo così il film “La ballata dei gusci infranti” di Federica Biondi che ha vinto il premio Best Drama al festival “Tokyo Film Awards”.

BallataGugliInfranti_FF-2-650x434

Simone Riccioni ed Elisabetta Garbati

David Miliozzi non avrebbe mai potuto immaginare, mentre scriveva il suo libro autobiografico, che i nove mesi della gravidanza di sua moglie non lo avrebbero reso solo papà, ma anche parte fondamentale di un premio così ambito nel campo cinematografico.
Sì, perché il film interpretato dall’attore Simone Riccioni, nasce proprio dall’idea della ginecologa Elisabetta Garbati che, dopo aver letto il libro di Miliozzi dal titolo “E tutto iniziò a tremare” suggerisce di trarne spunto per una pellicola.
È nato in questo modo il film presentato in anteprima nazionale al Multiplex di Macerata il 25 marzo scorso e che in poco tempo ha registrato incassi importanti e ottenuto un premio internazionale.
«Lo avevo detto sin da subito a Simone Riccioni – racconta Elisabetta Garbati – che questo film avrebbe ricevuto dei premi. Detto fatto. Quando oggi mi ha chiamata per dirmelo sono stata felicissima. Se lo meritano tutti per l’impegno che hanno messo in questo progetto. È un bellissimo riconoscimento. Mi fa ancora più piacere pensare che il premio sia arrivato in un momento molto difficile per la cinematografia, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Questo film, invece, ha fatto fin da subito numeri importanti ed il premio è solo uno dei tanti successi che merita».

Grande la soddisfazione anche per David Miliozzi che è poi diventato sceneggiatore del film insieme a Federica Biondi e Jonathan Arpetti.
«Siamo molto soddisfatti – confida – . Federica Biondi è una grande regista e questo premio se lo merita tutto. Complimenti alla produzione per il coraggio, per aver creduto in un progetto così ambizioso, dimostrando che noi provinciali abbiamo un grande cuore e siamo capaci di grandi cose. Sono orgoglioso di far parte di questa squadra eccezionale: questo premio è un grande traguardo per tutti noi e per il nostro territorio». Un riconoscimento importante anche per la terra colpita dal sisma che fa da sfondo alla storia narrata. «È un film interamente girato nelle Marche – dice Miliozzi – ma che racconta una storia universale, che riguarda tutti. Il premio che ci è stato assegnato a Tokyo conferma l’universalità di questa pellicola».

‘La Ballata dei Gusci Infranti’ in sala al Cinema Gabbiano

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X