facebook rss

Il ‘palazzo viola’ in mano ai bulli:
«Tirano sassi e bestemmiano»
Sputi contro una passante

ANCONA - A fare le spese dell'ennesima bravata dei vandali del centro commerciale è stata una residente. Visto il lancio di sassolini, ha chiesto al gruppetto di smetterla. In tutta risposta, le hanno sputato sulla schiena. «Scene ordinarie, non si può più vivere. L'altra settimana hanno gettato una lattina di Red Bull, per fortuna non mi hanno preso»
Print Friendly, PDF & Email

Il centro commerciale di Torrette

 

«Prima hanno lanciato i sassi di sotto, per fortuna non mi hanno raggiunto. Poi, hanno iniziato a bestemmiare. Alla fine, mi hanno sputato. Sono stata presa sulla schiena». E’ il racconto di una residente di Torrette che, questa mattina, è stata presa di mira da un gruppo di bulletti stabilizzatosi ormai in pianta stabile ai piani alti del ‘palazzo viola’, il centro commerciale del quartiere. Non sarebbe la prima volta che i ragazzini («7/8 persone, tra i 16 e i 17 anni, hanno appena finito l’anno scolastico») si lasciano andare vandalismi e gesti di inciviltà: «La scorsa settimana – racconta sempre la residente – hanno lanciato una lattina di Red Bull. Non mi ha raggiunto perchè si è infranta contro il muro.  Ma episodi del genere al palazzo viola sono ordinari, ci sono i ragazzi che fanno i dispetti».

Stamattina tutti è successo poco prima dell’ora di pranzo. La residente era appena uscita dal supermercato del centro commerciale, quando s’è imbattuta nel gruppetto, posizionato al piano elevato del complesso: «Mi sono accorta che stavano tirando dei piccoli sassi di sotto, dal terrazzino del palazzo. Gli ho detto di fare basta. Prima si sono giustificati, dicendo che non erano stati loro. Poi s’è affacciato un bulletto e mi ha detto: ‘perchè altrimenti che fa?’ Io ho risposto che avrei chiamato i carabinieri». A quel punto è stata una sequela di bestemmie, insulti e lancio di ulteriori sassolini «che per fortuna non mi hanno raggiunto». Dulcis in fundo, ecco lo sputo contro la donna: «Non mi hanno preso in faccia, ma dietro. Sono cose che purtroppo nel palazzo viola succedono tutti i giorni. Qua non si può più vivere, non va bene così: maleducazione e strafottenza prevalgono».

(fe.ser)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X