facebook rss

Jesi al voto per scegliere il sindaco:
cinque candidati
e la sfida del polo Amazon

URNE - Per il post Massimo Bacci ci sono Lorenzo Fiordelmondo, Marco Cercaci, Antonio Grassetti, Matteo Marasca e Paola Cocola. Sono chiamati a votare 32.457 elettori
Print Friendly, PDF & Email

Da sin: Cocola, Marasca, Cercaci, Fiordelmondo, Grassetti

Chi verrà eletto a sindaco dovrà fare i conti con l’opportunità del polo Amazon. Una grande sfida per Jesi che si appresta a tornare alle urne per scegliere il successore di Massimo Bacci.

Sono 32.457, vale a dire 129 in meno rispetto alle amministrative di 5 anni fa, gli elettori di Jesi chiamati domenica 12 giugno alle urne. Sono le donne in maggioranza, pari a 16.870 unità, rispetto a 15.187 uomini. Ci si può presentare al seggio muniti di un documento di identità e della tessera elettorale. Chi l’avesse completa o smarrita può chiederne una nuova presso l’Ufficio elettorale all’Anagrafe di via Mura Occidentali, prenotandosi su appuntamento al numero 0731 538509. Venerdì 10 e sabato 11 l’Ufficio elettorale resterà invece sempre aperto dalle ore 9 alle ore 18, mentre il giorno delle elezioni, domenica 12, l’orario di apertura sarà quello del voto, vale a dire dalle  7 alle ore 23.

Per quanto riguarda i candidati sindaci, sono cinque a contendersi la fascia tricolore: Matteo Marasca (Jesiamo, Jesinsieme, Patto per Jesi e Riformisti per Jesi), 37 anni, è il candidato più giovane e con le sue  civiche punta a raccogliere il testimone del primo cittadino uscente come suo ‘delfino’. E’ stato presidente dell’Asp Ambito 9. Il 46enne Lorenzo Fiordelmondo (Pd, Jesi in Comune, Repubblicani europei, Jesi Respira, ConSenso civico) è invece espressione della coalizione di centrosinistra ed è stato capogruppo consiliare del Pd nell’ultima consiliatura. E’ un avvocato. Antonio Grassetti (Fratelli d’Italia), 64 anni ha deciso di proporsi agli elettori con il simbolo di partito di centrodestra. Marco Cercaci (Italexit-Popolo della Famiglia) 57 anni, con la passione per la regia, è stato assessore alla cultura della giunta Polita (centrosinistra) dal 2000 al 2002. Paola Cocola (Lavoro e Libertà), 59 anni , insegna alla primaria ‘Monte Tabor’ ed è giornalista. Di seguito in ordine alfabetico i candidati sindaco e le rispettive liste elettorali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X