facebook rss

Collegamento bus Osimo-Torrette:
«Più persone partecipano al sondaggio
più possibilità di attivazione del servizio»

TRASPORTI - E' l'invito delle Liste civiche rivolto agli osimani ricordando che è utile -«alle tante persone che devono raggiungere l'ospedale regionale e che non hanno mezzi di trasporto propri»
Print Friendly, PDF & Email

 

La Conerobus sta svolgendo il questionario per gli interessati al collegamento bus da Osimo all’ospedale di Torrette. «Più persone si segnano, più la tratta ha la possibilità di essere rimessa in piedi. – avvertono le Liste civiche Osimo in un comunicato – Serve alle tante persone che devono andare in ospedale a Torrette e che non hanno mezzi di trasporto propri e che devono affrontare lunghi periodi di visite specialistiche o di chemioterapia». I movimenti civici rammentano di aver sollevato «il problema alla Regione Marche che (anche grazie a Dino Latini) ha interessato la Conerobus che gentilmente sta studiano la risoluzione del problema».

Nella nota viene anche affrontata la questione della delibera sulla mitigazione del rischio idrogeologico nella zona di Osimo Stazione lungo la Ss 16 Adriatica, che permetterà alle aziende interessate di costruire, ampliare e fare occupazione.«La mitigazione è possibile grazie ai lavori di pulizia e ampliamento e tutela dei corsi d’acqua da parte della Regione Marche Consorzio di Bonifica. – mette in evidenza il comunicato – Fermi da 7 anni, i lavori di tutela della zona richiesti da sempre dalle Liste civiche con la nuova amministrazione regionale (anche grazie alla spinta di Latini) nonostante l’incredulità di tutti è partita lo scorso anno e ha prodotto il risultato che ora la mitigazione è possibile. Dipende dal Comune che ci pare disposto a risolvere il problema. Bene. Acceleri quanto prima il tutto. La Regione Marche nel frattempo metterà in campo altri 4 milioni di euro per sistemare il tratto di zona fino a San Biagio».

Ultimo passaggio, la sede del nuovo ufficio del lavoro di Osimo. «La Regione Marche ha chiesto ufficialmente al Comune di Osimo se vuole o meno essere sede dell’Ufficio del Lavoro di zona. Da novembre pende la richiesta, che nasce da una sollecitazione delle Liste civiche fatta propria e realizzata dall’assessore Stefano Aguzzi. Osimo non deve perdere questa occasione e impegnare quanto è necessario perchè l’ufficio del lavoro ritorni a Osimo. Noi abbiamo fatto il possibile, ora spetta al Comune mettere in campo la sua risposta ci auguriamo, per il bene dei cittadini di Osimo, più rapida possibile» concludono i movimenti civici.

 

Messa in sicurezza dei corsi d’acqua: il Comune deperimetrerà alcune aree agevolando gli interventi sui capannoni

Collegamento bus Osimo-Torrette: Atma lancia un sondaggio tra gli utenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X