facebook rss

Vanno a ruba formaggi e miele
dell’azienda agricola
del carcere di Barcaglione

ANCONA - Stamattina è stata un successo la vendita dei prodotti nello stand speciale allestito al Mercato Dorico di Campagna Amica con l'esaurimento delle scorte in un'ora
Print Friendly, PDF & Email

 

Meno di un’ora e già le scorte finite. Tra curiosi che hanno voluto provare l’abbinamento tra caciotta e millefiori e altri avventori che già avevano sperimentato i prodotti dell’azienda agricola del carcere di Barcaglione, questa mattina è stato un successo per lo stand speciale allestito al Mercato Dorico di Campagna Amica. «Il rapporto di collaborazione con Coldiretti e Campagna Amica – spiega Manuela Ceresani, direttrice della casa circondariale di Barcaglione – si è consolidato negli anni fino ad arrivare oggi alla vendita dei nostri prodotti qui al Mercato Dorico. La nostra attività e dare ai detenuti un’opportunità di lavoro da poter spendere una volta usciti per potersi reinserire a pieno titolo nella società». Un’iniziativa che Coldiretti ha sposato fin dalle prime battute coinvolgendo la sua Federpensionati. Proprio Antonio Carletti, presidente dei pensionati Coldiretti, è il tutor dell’orto che spiega ai detenuti i rudimenti della coltivazione nell’orto sociale.« Nel giro di un’ora abbiamo quasi finito le scorte portate – racconta – Non prevedevamo un successo così. Il fine di queste attività è far crescere i detenuti, sperando che sia loro di stimolo per un domani, per avere una possibilità in più». Totale: 20 chili di formaggio e 20 chili di miele. I prodotti del carcere torneranno al Mercato Dorico anche mercoledì prossimo.

 

Sui banchi del Mercato Dorico il miele e il formaggio prodotti dai detenuti di Barcaglione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X