facebook rss

Trionfo azzurro in Egitto:
«Profumano di Jesi
le medaglie del fioretto»

SCHERMA - Il sindaco Lorenzo Fiordelmondo si congratula con il ct Stefano Cerioni, alla guida della Nazionale, e con Giovanna Trillini, Annalisa Coltorti e tutto lo staff del Club Scherma Jesi, scuola di riferimento di tanti campioni
Print Friendly, PDF & Email

Tommaso Marini ha vinto l’oro ai Mondiali di fioretto maschile a squadre al Cairo (Foto FB: Federazione Italiana Scherma)

 

«Lo straordinario successo dell’Italia ai mondiali di scherma riporta nuovamente alla ribalta la nostra città, i suoi grandi campioni, il suo prestigioso Club». Cosi il sindaco di Jesi, Lorenzo Fiordelmondo all’indomani del trionfo azzurro in Egitto.«Le due medaglie d’oro nel fioretto a squadre sia femminile, dove si è distinta Alice Volpi, che maschile, la medaglia d’argento di Tommaso Marini che lo ha consacrato al primo posto nel ranking mondiale – aggiunge in una nota il primo cittadino – profumano profondamente di Jesi. Le più vive congratulazioni al commissario tecnico Stefano Cerioni che, tornando alla guida della Nazionale, ha riportato l’Italia ai livelli consoni alla storia di questa disciplina. E con lui mi piace salutare con affetto e complimentarmi con Giovanna Trillini, Annalisa Coltorti e tutto lo staff del Club Scherma Jesi che ci ha messo tanto del suo in queste affermazioni internazionali, confermandosi scuola di riferimento di tanti campioni che la scelgono per allenarsi. Come Amministrazione comunale avremo modo di condividere con gli atleti, il club Scherma e la città questo nuovo successo, assicurando tutto il nostro impegno affinché, anche con il nuovo palascherma, Jesi consolidi la propria leadership in questo sport, ottenendo un ritorno di immagine davvero notevole».

 

L’Anconetano Tommaso Marini torna sul podio per l’oro ai Mondiali

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X