facebook rss

Ai domiciliari per spaccio, si allontana:
rintracciato e portato in carcere

ANCONA - Al controllo a sorpresa della polizia, in casa vi era solo la sorella dell'uomo
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso del carcere di Montacuto (Archivio)

Durante un controllo, i poliziotti delle Volanti avevano accertato che un tunisino di 26 anni, condannato per spaccio di sostanze stupefacenti e sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, non era presente in casa.
Gli agenti della questura, si erano infatti presentati a sorpresa, riscontrando solo la presenza della sorella, che non era stata in grado di fornire motivazioni plausibili per giustificare l’assenza del ragazzo.
Il 26enne è stato quindi denunciato per evasione.
Ieri, l’autorità giudiziaria ha disposto la revoca della misura alternativa della detenzione domiciliare e il ripristino della detenzione in carcere.
Il tunisino è stato dunque accompagnato a Montacuto dal personale della Divisione Anticrimine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X