facebook rss

Lite alla fermata del bus:
uno ha un coltello, l’altro è ubriaco

ANCONA - Sul posto sono intervenuti gli uomini della questura
Print Friendly, PDF & Email

Pattuglie della polizia nei pressi della stazione (Archivio)

Lite nella serata di ieri nei pressi della stazione ferroviaria.
Gli uomini della questura sono intervenuti in piazza Rosselli, intorno alle 22, non appena giunta la segnalazione alla centrale operativa.
Sul posto, gli agenti della polizia Ferroviaria con i colleghi delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia, che erano in servizio ad Ancona per le consuete attività di controllo straordinario del territorio al fine di garantire la sicurezza urbana.
Riportata la situazione alla calma, i poliziotti hanno ascoltato i presenti per ricostruire quanto successo. Si trattava di una lite, andata non oltre le parole, tra persone che si trovavano alla fermata in attesa dell’arrivo degli autobus.
Nel corso degli accertamenti però, due persone in particolare si sono mostrate particolarmente agitate e insofferenti al fatto che venissero identificate. Per questo motivo, si è deciso di accompagnarli in questura dove sono risultati essere due tunisini di 22 e 29 anni, con precedenti penali e irregolari sul territorio.
Uno dei due, inoltre, è stato trovato in possesso di un coltello della lunghezza di circa 20 centimetri, ed è stato quindi denunciato per il reato di porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.
L’altro, invece, trovandosi in uno stato di evidente ubriachezza, è stato sanzionato per ubriachezza molesta.
Nei confronti di entrambi è stato invece adottato un provvedimento di allontanamento, per la durata di 48 ore, dalla stazione ferroviaria di Ancona.
In merito alla loro irregolarità sul territorio nazionale, tutti e due sono stati presi in carico dall’Ufficio Immigrazione della questura al fine di attivare le procedure di espulsione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X