facebook rss

Armeggia tra le auto in sosta:
inseguito e arrestato al Piano

ANCONA - In manette è finito un 39enne. I carabinieri della Stazione di Collemarino erano impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio, voluto dal Comando Legione Marche
Print Friendly, PDF & Email

Carabinieri al Piano (Archivio)

L’hanno notato, a piedi, mentre lungo corso Carlo Alberto, all’altezza dell’incrocio con via Lotto, stava guardando all’interno di alcune auto in sosta, tentando poi di aprire le portiere per rubare all’interno.
In quel momento però, intorno alle 21 di ieri, si trovava a passare una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Collemarino. I militari dell’Arma si sono immediatamente fermati per effettuare un controllo e capire quali fossero le intenzioni dell’uomo, un tunisino di 39 anni domiciliato ad Ancona.
Alla vista dei carabinieri, lo straniero ha però iniziato a correre dirigendosi verso piazza Ugo Bassi. Ne è nato dunque un inseguimento avvenuto tra la gente che a quell’ora era ancora in giro per il Piano.
Il tunisino, già noto alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti penali, è stato poi raggiunto poco prima dell’inizio di via Cristoforo Colombo. Qui, aveva tentato di nascondersi dietro ad alcune siepi ma è stato subito braccato dai militari che non lo avevano mai perso di vista.
Mentre i carabinieri cercavano di immobilizzarlo, l’uomo si è dimenato per cercare di liberarsi e riprendere la fuga. Ne è nata dunque una colluttazione a seguito della quale un militare è rimasto ferito ad un ginocchio, riportando poi una prognosi di alcuni giorni una volta refertato dal personale medico del pronto soccorso di Torrette.
Successivamente il tunisino è stato accompagnato negli uffici del Comando Provinciale carabinieri di Ancona dove, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in arresto per i reati di tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale, e trattenuto nelle camere di sicurezza, a disposizione della procura della Repubblica presso il tribunale di Ancona, in attesa di essere processato per direttissima nella mattinata di oggi.
L’attività svolta al Piano dai carabinieri della Stazione di Collemarino, si inserisce all’interno di un servizio straordinario di controllo del territorio, voluto dal Comando Legione carabinieri Marche e svolto anche nelle altre province, che ha condotto anche ad altri importanti risultati operativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X