facebook rss

Padre e figlio partono in bici
per la spedizione punitiva:
bloccati e denunciati

SENIGALLIA - I due sono stati fermati dalla polizia a seguito di alcune segnalazioni giunte da cittadini che li sentivano urlare in strada, vedendo uno di loro che brandiva una mazza
Print Friendly, PDF & Email

Le armi sequestrate dai poliziotti del Commissariato di Senigallia

Due uomini in bicicletta, uno dei quali a torso nudo, che urlavano frasi minacciose e volgari mentre percorrevano via Mamiani, a Senigallia.
La segnalazione è arrivata nella notte al centralino del Commissariato di polizia e su posto è stata inviata subito una Volante. Arrivata in via Sanzio, i poliziotti hanno notato i due, risultati corrispondenti alla descrizione fornite, uno dei quali impugnava nella mano destra una mazza da softball.
Subito bloccati, gli agenti hanno disarmato quello che brandiva la mazza, risultato un 20enne di Senigallia con diversi precedenti per furti. Si è quindi proceduto a identificare anche l’altro, risultato essere il padre del 20enne: un 40enne sempre di Senigallia.
Entrambi, agli occhi dei poliziotti, sono risultati agitati e il padre ha dichiarato di aver avuto poco prima un diverbio con tre persone che gli avevano domandato dove avrebbero potuto trovare delle prostitute.
Sempre secondo il racconto dell’uomo, alla sua risposta «Non lo so», uno dei tre avrebbe reagito dandogli una testata.
A questo punto il 40enne è tornato a casa e ha raccontato al figlio quanto gli era accaduto. Insieme, hanno deciso di iniziare una spedizione punitiva, alla ricerca del gruppetto senza riuscire a rintracciarli ma urlando lungo il tragitto minacce che si perdevano nel vuoto
Alla fine del racconto, gli uomini del Commissariato hanno comunque deciso di controllarli, perquisendo anche le borse della bicicletta.
L’accertamento ha permesso di trovare una riproduzione fedele in metallo della pistola semiautomatica Beretta modello 92/Fs, priva del previsto tappo rosso che poteva a tutti gli effetti trarre in inganno chi la vedesse, mentre nella tasca destra dei pantaloni gli agenti rinvenivano un coltello pieghevole.
Il figlio, oltre alla mazza, è stato trovato in possesso, all’interno della tasca dei pantaloni, di un coltello multiuso in acciaio e un altro coltello con la lama di circa 7.5 centimetri.
Tutto il materiale è stato immediatamente sequestrato e padre e figlio sono stati denunciati per il reato di porto illegittimo di armi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X