facebook rss

Chiusa la quarta campagna di scavo
sul sito Archeonevola:
«Garantire impegno per valorizzarlo»

CORINALDO - Sull'area è stata ritrovata la tomba del 'Principe di Corinaldo' e Giorgia Fabri, consigliera comunale di “Voce Comune per Corinaldo”, dopo avervi svolto un sopralluogo, chiede rassicurazioni «alla nuova Amministrazione comunale affinchè continui nel lavoro iniziato negli scorsi anni non solo per il recupero, restauro e musealizzazione dei reperti ma anche per la valorizzazione turistico/culturale del sito»
Print Friendly, PDF & Email

Il sopralluogo sul sito archeologico di Corinaldo

 

La consigliera comunale di ‘Voce Comune per Corinaldo’, Giorgia Fabri, ha svolto un sopralluogo agli scavi Archeonevola. «Il 22 luglio, a seguito della chiusura della quarta campagna di scavo condotta dall’Università di Bologna, come consigliere del gruppo “Voce Comune per Corinaldo” abbiamo richiesto ed effettuato un sopralluogo al sito interessato negli scorsi anni dalla scoperta del Principe di Corinaldo e ancora oggi oggetto di studio da parte della dottoressa. Boschi, del suo staff e della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio della Regione Marche. – si legge in una nota di Giorgia Fabri – Un sopralluogo che abbiamo ritenuto necessario e che ha visto l’intervento della dottoressa Boschi (responsabile scientifico del progetto dell’Università di Bologna) e della dottoressa Riccardi (ufficio cultura del Comune di Corinaldo), alla presenza anche del sindaco Aloisi. Un’ulteriore presa d’atto e una conferma dell’importanza che il sito “Archeonevola” anno dopo anno dimostra di avere; un sito che deve essere ancora continuamente tutelato e valorizzato».

È proprio per questi motivi che “Voce Comune per Corinaldo” garantisce impegno «affinché la nuova Amministrazione continui nel lavoro iniziato negli scorsi anni non solo per il recupero, restauro e musealizzazione dei reperti ma anche per la valorizzazione turistico/culturale del sito stesso portando a compimento gli interventi già previsti e finanziati durante il nostro mandato all’interno del progetto “Cesano Experience, borghi di lungo fiume”. – evidenzia il comunicato – Un tema, quello dell’archeologia, che richiede una vera e propria visione strategica di politica culturale corinaldese: siti archeologici, spazi museali, valorizzazione, reti territoriali. Un tema su cui non faremo mancare il nostro apporto ma anche la nostra azione di verifica».

 

Tomba del Principe di Corinaldo: l’elmo restaurato diventa l’attrazione della mostra

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X