facebook rss

Sit in di protesta poi l’abbattimento
dei primi tigli di Viale Trieste

JESI - Mattinata movimentata con alcuni attivisti dei Garanti del Verde che hanno protestato sotto le chiome degli alberi impendendo il taglio dei tronchi, iniziato nel pomeriggio. Sei le denunce. Il Comune chiarisce che l’intervento sarà completato «nel pieno rispetto della sicurezza pubblica che va tutelata sempre, specie se c'è un documentato ufficiale che in maniera scientifica ne certifica il pericolo» ma ribadisce «piena disponibilità ad avviare un percorso condiviso per la cura del verde cittadino»
Print Friendly, PDF & Email

Il sit in di protesta di questa mattina in viale Trieste a Jesi

 

Il Comune di Jesi ha dato il via nel pomeriggio di oggi all’abbattimento di alcuni dei quattro tigli di Viale Trieste a rischio cedimento. «L’intervento era programmato per la mattinata – ricorda una nota del Comune di Jesi – ma la presenza di alcune persone all’interno dell’area lo aveva impedito, malgrado l’assessore all’ambiente Alessandro Tesei, unitamente ad alcuni consiglieri comunali, avessero raggiunto Viale Trieste intorno alle 8 per cercare, ancora una volta, un margine di confronto con gli stessi, in una volontà di confronto che non è venuta mai meno. Medesimo invito era stato fatto loro da parte delle forze dell’ordine, costrette poi a procedere all’identificazione dei soggetti presenti».

E’ stata insomma una mattinata movimentata. Alcuni esponenti dei Garanti del Verde, infatti, sono tornati a manifestare il proprio dissenso per l’abbattimento degli alberi e verso mezzogiorno, dopo un confronto serrato, si è deciso di rinviare di alcune ore il taglio dei primi tronchi senza chiedere alle forze dell’ordine la dispersione coattiva dei manifestanti. L’invito ad allontanarsi dall’area non è stato, comunque, accolto da tre persone che sono rimaste sotto gli alberi e che avrebbero intenzione di restarci anche domani, 6 quelle denunciate per interruzione di pubblico servizio per aver impedito con la loro presenza l’esecuzione dei lavori.

Alcuni dei tigli abbattuti in viale Trieste

«Gli esemplari arborei, come noto, sono quelli che erano stati giudicati pericolosi dalla tomografia effettuata dalla ditta Dendrotec di Monza, illustrata al Comitato dei Garanti del verde il 4 luglio scorso, e le cui conclusioni sono state confermate dall’abbattimento del primo esemplare il cui tronco era totalmente cavo sin dalla sua base. – sottolinea nel comunicato il Comune che pubblica anche le foto dei tronchi tagliati e cavi all’interno come si era ipotizzato – Nel malaugurato caso di caduta anche di un solo ramo, oltre alla situazione oggettiva di pericolo, si sarebbe configurata una responsabilità diretta del personale dell’Area Servizi Tecnici del Comune».

L’intervento di abbattimento dei quattro tigli sarà completato «nel pieno rispetto della sicurezza pubblica che va tutelata sempre, specialmente se, come in questo caso, vi è un documentato ufficiale che in maniera scientifica ed oggettiva ne certifica il pericolo. – conclude il Comune – Alla luce degli interventi che si sono resi necessari in Viale Trieste, l’Amministrazione comunale ribadisce la piena disponibilità ad avviare un percorso condiviso affinché il Viale della stazione possa rappresentare il punto di partenza per una nuova concezione della cura del verde cittadino»

 

Tigli di viale Trieste: «Saranno abbattuti il 3 agosto senza la relazione dell’esperto contattato dei Garanti»

Tigli di Viale Trieste, moratoria per l’abbattimento

«Smog, marciapiedi e sottoservizi hanno danneggiato i tigli di viale Trieste»

Tigli di viale Trieste, ricevuti in Comune i firmatari della petizione

Tigli da abbattere in viale Trieste: convocata la Commissione comunale

Tigli da abbattere in viale Trieste: protestano i residenti, per il Comune «a rischio la pubblica incolumità»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X