facebook rss

Busta con veleno per topi
recapitata al commissario
della fondazione ‘Città di Senigallia’

LA MISSIVA anonima è stata consegnata ai carabinieri in caserma dove è stata sporta querela contro ignoti
Print Friendly, PDF & Email

 

Due bustine di veleno per topi chiuse in una busta anomina indirizzata all’avv. Corrado Canafoglia, commissario della fondazione ‘Città di Senigallia’, ente privato con finalità pubbliche per servizi socio-assistenziali. La missiva è stata recapitata ieri. A darne notizia è stata la stessa residenza protetta per anziani di Senigallia che rende noto inoltre come le bustine del topicida fossero state lasciate aperte dentro l’involucro e che almeno due dipendenti ne siano venuti a contatto, per fortuna senza riportare conseguenze sulla loro salute. Un atto definito «deprecabile».

La busta è stata consegnata ai carabinieri di Senigallia in caserma dove è stata sporta la querela-denuncia contro ignoti. «Ricordiamo che già lo scorso anno l’avv. Canafoglia, unitamente a tutti i membri del C.d.A. poi dimissionario della Fondazione, ricevette una lettera anonima minatoria. – ricorda la nota della fondazione ‘Città di Senigallia’ – È difficilmente comprensibile questo atto, ma se si tenta di fermare anche con siffatti gesti l’azione commissariale di risanamento, del ripristino della legalità e della trasparenza amministrativa dell’Ente, obiettivi indicati nella nomina conferita dalla Giunta regionale, ci si metta il cuore in pace, posto che il Commissario procederà senza alcuna esitazione e con lui tutti i dipendenti che hanno compreso la gravità della situazione e la necessità del commissariamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X