facebook rss

Accasciata sulla panchina
alterna pianti a grida:
soccorsa una 62enne

ANCONA - La donna è stata raggiunta da una Volante e dall'automedica del 118. Poliziotti e personale sanitario sono riusciti a convincerla ad andare a Torrette. Il cagnolino che era con lei è stato affidato al tecnico veterinario competente
Print Friendly, PDF & Email

L’automedica del 118 e la Volante sul posto

Accasciata su una panchina di corso Carlo Alberto, alternava momenti di pianto ad altri di grida.
A raggiungerla, nel pomeriggio di domenica, sono stati gli agenti delle Volanti.
I poliziotti, avvicinatasi alla signora, hanno cercato di richiamare la sua attenzione ma lei ha raccolto subito i propri effetti personali e il cane di piccola taglia che aveva con sé, come per volersi allontanare.
A questo punto gli agenti hanno subito cercato di instaurare un rapporto di fiducia per cercare di capire quale fosse la causa del suo stato di agitazione psico-fisico.
Dopo qualche minuto, ecco che ha iniziato a rivolgere la parola agli agenti, riferendo di essere disperata per le proprie condizioni di vita.
Alla richiesta di fornire le proprie generalità, ritornava però in uno stato delirante, alternando pianti a frasi sconnesse e illogiche.
Raccolto lo sfogo della donna, a seguito del fatto che continuava a palesare un evidente stato di agitazione, dopo aver tentato invano di riportarla alla calma, hanno richiesto l’intervento dell’automedica del 118 al fine di garantirle le cure sanitarie necessarie.
Prima dell’arrivo del personale sanitario, i poliziotti sono riusciti a identificarla: si trattava di una 62enne italiana.
Dopo numerosi tentativi, la si è convinta a sottoporsi ai controlli medici e a seguire spontaneamente il personale del 118 che l’ha accompagnata a Torrette.
Il cane della donna è stato invece affidato dai poliziotti al tecnico veterinario competente che, una volta preso in consegna ne ha accertato il buono stato di salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X