facebook rss

Tenta di truffare una suora
ma lei lo scopre e lo denuncia

SENIGALLIA - L'uomo si era presentato come un primario dell'ospedale, con difficoltà economiche. La religiosa, insospettitasi, ha chiamato i carabinieri. Ad agosto, il truffatore aveva messo a segno un altro colpo ai danni di un prete
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Senigallia (Archivio)

Aveva tentato di truffare una suora di Senigallia, recandosi in convento e presentandosi come un primario dell’ospedale cittadino.
L’uomo, un 61enne residente in Trentino ma domiciliato in città, ha spiegato di una situazione familiare problematica, chiedendo dei soldi per fare fronte a delle presunte spese personali.
La suora però non si è fatta convincere e insospettita ha chiamato subito il 112, segnalando il fatto. L’uomo a quel punto si è allontanato ma nel frattempo i carabinieri della Compagnia senigalliese hanno iniziato le ricerche, rintracciandolo poco dopo.
Accompagnato in caserma per essere identificato, la suora dopo averlo riconosciuto ha presentato la denuncia.
Dalle immediate indagini è emerso che, sempre quell’uomo, aveva commesso un’altra truffa analoga, nel mese di agosto. La vittima, in quel caso, era stato un religioso sempre del posto.
L’incontro si era svolto presso il seminario vescovile dove il truffatore, sempre presentandosi come primario di Senigallia, rappresentando alcuni problemi economici, aveva chiesto dei soldi, riuscendo ad ottenere 150 euro.
L’uomo di chiesa, dopo aver capito di essere stato truffato, aveva sporto denuncia. Per questo motivo il 61enne, riconosciuto responsabile di entrambi gli episodi di truffa, è stato denunciato alla procura della Repubblica presso il tribunale di Ancona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X