facebook rss

Il fanalino di coda brinda al Del Conero,
un’Ancona irriconoscibile
battuta dall’Aquila Montevarchi

LEGA PRO - Zero gol e zero punti in trasferta per gli ospiti prima del match odierno: vincono 2-1 con le reti di Giordani e Kernezo, inutile il gol di Bianconi
Print Friendly, PDF & Email

Un momento del match (foto pagina Facebook U.S. Ancona)

di Andrea Cesca

La brutta copia dell’Ancona che otto giorni prima aveva dominato a Pesaro il derby con la Vis perde in casa contro il fanalino di coda Aquila Montevarchi. 1 a 2 il risultato finale in favore della squadra toscana che allo stadio Del Conero trova i primi gol e i primi punti in trasferta. Il Montevarchi sblocca il risultato con Giordani allo scadere del primo tempo e raddoppia a metà ripresa con Kernezo; Bianconi, al secondo gol consecutivo, accorcia le distanze. La seconda sconfitta in casa fa perdere ulteriore terreno alla squadra di Colavitto dalle prime posizioni. I biancorossi solo nella parte finale dell’incontro hanno attaccato con maggiore convinzione, ma gli ospiti, che hanno chiuso in dieci uomini, sono riusciti a difendere il vantaggio.

(foto pagina Facebook U.S. Ancona)

Partita contraddistinta dalle tante assenze, da una parte e dall’altra. Colavitto deve fare a meno di Perucchini, D’Eramo, Moretti, Berardi e Mondonico, l’Aquila Montevarchi è senza Fiumanò, Biagi, Barranca, Mazzini e Boiga. Nella squadra toscana non c’è neanche l’allenatore Roberto Malotti, convalescente dopo il malore accusato prima della partita con l’Olbia; in panchina va il vice Bencivenni. L’Ancona è reduce dalla convincente vittoria in trasferta nel derby con la Vis Pesaro. L’Aquila Montevarchi zero gol e zero punti in trasferta occupa l’ultima posizione di classifica insieme ad Alessandria e Recanatese.

Lo stadio Del Conero si è rifatto il look. Seimila sedute nuove, nel cuore pulsante del tifo scalinate gialle e seggiolini rossi, con la gigantesca scritta “Curva Nord” formata dai seggiolini bianchi a contrasto. Sedute nuove anche nella curva sud destinata agli ospiti e nella tribuna “vip”.

L’Ancona ritrova Petrella, che va in panchina, al centro dell’attacco dopo la squalifica torna Di Massimo. I primi venti minuti offrono poco o nulla, da segnalare all’8’ un destro dal limite dell’area di Paolucci che non inquadra la porta. I ritmi sono bassi, l’Ancona si affida alle sgroppate di Mezzoni sulla destra. Al 25’ la partita si accende: Vitali sventa un colpo di testa ravvicinato di Giordani sul calcio d’angolo dalla sinistra di Saporiti. Sul ribaltamento di fronte Di Massimo, favorito da una spizzata di Spagnolli, ha sul destro la palla buona per fare centro, Giusti si allunga e devia il diagonale in calcio d’angolo. E’ un fuoco di paglia, perché la partita torna ad essere alquanto equilibrata e noiosa. Prima del riposo però il risultato si sblocca: Vitali sbaglia il tempo dell’uscita sul cross dalla sinistra di Kernezo, Pietra lo anticipa di testa, Giordani spinge la palla in fondo al sacco la rete dello 0 a 1, primo gol in trasferta per gli ospiti.

(foto pagina Facebook U.S. Ancona)

Il riposo non giova all’Ancona che dovrebbe accelerare i ritmi, al 60’ un cross di Paolucci dalla sinistra trova la testa Lombardi sul lato opposto, palla sul fondo. La dorica fatica a mettere in moto il trio d’attacco, servirebbe un cambio di marcia, Colavitto gioca la carta Petrella, ma la situazione si complica maledettamente al 68’ quando l’Aquila Montevarchi va sul 2 a 0 con una gran bella giocata: Karnezo sulla destra salta netto Bianconi due volte, si aggiusta la palla sul destro e calcia forte sotto la traversa dove Vitali non può arrivare, 0 a 2.

Sotto di due reti l’Ancona ha un sussulto d’orgoglio a dieci minuti dalla fine, un calcio di punizione di Petrella si stampa sulla traversa, Giusti è disteso a terra e fuori causa, Bianconi schiaccia in rete il gol dell’1 a 2 e riapre la partita. Quando scocca il 90’ l’Aquila Montevarchi rimane in dieci uomini per l’espulsione di Pietra, che si prende il secondo cartellino giallo per un fallo su Mattioli. Al quinto minuto di recupero l’Ancona con Mattioli ha la palla buona per il pareggio ma Giusti salva il risultato.

L’Ancona mercoledì prossimo, 5 ottobre, sarà impegnata in casa contro il Rimini degli ex Delcarro, Sereni e Tofanari in Coppa Italia. Prossimo turno di campionato domenica 9 ottobre al Mapei Stadium-Città del Tricolore contro la Reggiana.

Il tabellino:

ANCONA (4-3-3): Vitali 5; Mezzoni 6, Bianconi 6, De Santis 6, Martina 5,5 (40’ st Prezioso ng); Simonetti 5,5, Gatto 5,5, Paolucci 6; Lombardi 6 (19’ st Mattioli 6), Di Massimo 5,5 (17’ st Petrella 6), Spagnoli 5,5. A disp.: Piergiacomi, Pecci, Brogni, Barnabà, Fantoni. All.: Colavitto

AQUILA MONTEVARCHI (4-3-3): Giusti 7; Lischi 6, Gennari 6,5, Tozzuolo 6, Martinelli 6; Pietra 6, Marcucci 6 (19’ st Nador ng), Amatucci 6 (33’ Boccadamo ng); Saporiti 6 (1’ st Cerasani 6), Giordani 6,5, Kernezo 7,5 (31’ st Jallow ng). A disp.: Rossi, Italeng, Alagna, Manè. All.: Malotti (in panchina Bencivenni)

TERNA ARBITRALE: Domenico Mirabella di Napoli (assistenti El Filali di Alessandria e Tomasi di Schio, quarto uomo D’Agnillo di Vasto)

RETI: pt. 43’ Giordani (AM); st. 23’ Kernezo (AM), 35’ Bianconi (A)

NOTE: spettatori 2.812 (1156 abbonati + 40 ospiti) per un incasso di euro 20.648. Calci d’angolo 8 a 3 per l’Ancona. Espulso Pietra al 90’ per doppia ammonizione. Ammoniti Pietra, Mezzoni, Amatucci, Karnezo, Paolucci, Martinelli, Boccadamo. Recupero: pt. 1’, st. 5’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X