facebook rss

Bocciate la piscina olimpionica
e la mappatura al del Conero
Sì al piano triennale opere pubbliche

ANCONA - La gran parte degli interventi inseriti all’ultimo saranno finanziati in tutto o in parte dal Pnrr e da altri finanziamenti statali. Accolta dalla giunta comunale la protesta dei cittadini di Passo Varano che da anni chiedono un marciapiede che li congiunga a Tavernelle
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Ancona (Archivio)

di Antonio Bomba

Il consiglio comunale tenuto ieri mattina alla Mole ha visto approvare a stragrande maggioranza la delibera di giunta della scorsa settimana relativa alla modifica del piano triennale delle opere pubbliche con 21 favorevoli, nessun contrario, 4 astenuti e 8 non partecipanti. E poco dopo sempre il consiglio ha votato anche la sua immediata eseguibilità con 20 sì, 0 no, 2 astenuti e 10 non partecipanti.
Tra le voci principali inserite o modificate rispetto al piano iniziale trovano spazio i 330mila euro necessari per verifiche e interventi su strutture varie. Sotto la voce scuola finiscono invece i 364.134.39 euro previsti per miglioramenti sismici e antincendio che figurano come una spesa da adeguamento normativo. L’efficientamento energetico delle Muse costerà 1.543mila euro, mentre quello dello Stabile 635mila.
Nel 2023 1 milione e 100 mila euro sarà invece destinato alla costruzione di una scuola d’infanzia nel plesso già esistente di Alba Serena. La manutenzione straordinaria dei marciapiedi, risulta a modifica per 330mila euro e riguarderà quello posto alla base delle mura a baluardo di San Pietro, lungo via Goito e nel primo tratto di Via Cavorchie, via Leopardi, via Villafranca e una parte di corso Stamira.
La stragrande maggioranza delle opere sopra elencate saranno realizzate in tutto o in parte con i fondi del Pnrr o con altri finanziamenti ministeriali.
Tra le altre delibere discusse ieri val la pena di segnalarne due respinte.
La prima proposta da Stefano Tombolini (60100) riguardante la costruzione di una piscina olimpionica all’ex campo sportivo di piazza D’Armi ha visto la bocciatura con 7 sì, 22 no e 1 astenuto.
La seconda riguardante la mappatura del parcheggio dello stadio del Conero proposta dai consiglieri di Fratelli D’Italia Angelo Eliantonio, Marco Ausili e Maria Grazia De Angelis la quale ha letto e presentato la proposta. «La sua mappatura – ha fatto notare ai colleghi De Angelis riferendosi ovviamente al parcheggio dello stadio – non è del 100% ma sì e no dell’80%. Gli stalli vanno numerati. Manca poi un’adeguata segnaletica orizzontale. Occorrerebbe poi liberare – conclude l’intervento De Angelis – la parte iniziale del parcheggio da chi la occupa». Detto che diversi consiglieri di maggioranza han difeso chi lì vi alloggia sostenendo che sono giostrai in regola con ogni permesso, dopo un’accesa discussione la proposta è stata respinta con 7 voti favorevoli, 23 contrari e 0 astenuti. «Il nostro gruppo FdI – si legge in un comunicato inviato oggi da De Angelis – ha presentato una mozione affinchè i cittadini potessero disporre del parcheggio dello Stadio Conero, chiedendo la mappatura e la segnaletica orizzontale per utilizzare a pieno tutta l’area, ma la maggioranza lo ha bocciato preferendo mantenere l’area occupata da stanziali e non predisporre una mappatura che avrebbe riorganizzato il vasto parcheggio che dovrebbe essere invece a disposizione di tutti i tifosi di calcio e garantire i grandi eventi di musica e di spettacolo come per i concerti di Vasco Rossi, Ultimo, eccetera. Ancora una volta – conclude l’esponente di Fdi – questa amministrazione affossa le potenzialità di Ancona».
E prima dell’inizio del consiglio comunale protesta pacifica fuori dall’aula consigliare da parte di un gruppo di attivisti guidati da Luigi Curcetti che da anni chiedono un marciapiede tra Tavernelle e Passo Varano. I presenti si sono anche intrattenuti a parlare con il sindaco Valeria Mancinelli. Durante la seduta, sul tema, Francesco Rubini di Altra Idea di Città ha svolto un’interrogazione urgente. La giunta, risposta, ha confermato l’impegno preso in merito per bocca degli assessori Stefano Foresi e Paolo Manarini. «A metà ottobre sono stati affidati i lavori – ha dichiarato il primo – per la demolizione del muro di cinta di una parte del cimitero di Tavernelle. Lì verrà realizzato il marciapiede». «L’intervento – ha aggiunto il secondo – costerà 370mila euro e la sua conclusione è prevista per marzo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X