facebook rss

Picchiata e rapinata in casa:
i figli in carcere

FABRIANO - Dopo la sentenza di condanna divenuta esecutiva per il fatto commesso nel 2012, l'uomo, un 50enne, è stato tradotto nel penitenziario di Montacuto e la donna, una 60enne, in quello di Villa Fastiggi. Devono espiare entrambi una pena di 2 anni e 5 mesi per il reato di rapina in concorso
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Fabriano (Archivio)

 

Entrati nell’abitazione della propria madre, nel 2012, l’avevano picchiata e rapinata di oggetti anche d’argento. Ora, dopo la sentenza di condanna divenuta esecutiva, i due autori della violenta aggressione, che al tempo aveva fruttato un bottino di circa 10mila euro, sono stati accompagnati in carcere. Nei giorni scorsi i carabinieri del Norm di Fabriano hanno infatti eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di due fratelli, un uomo e donna, entrambi residenti a Fabriano, lui 50enne, lei 60enne, emessi dalla Procura della Repubblica di Ancona. Entrambi dovranno espiare una pena di 2 anni e 5 mesi per rapina in concorso. I due, raggiunta  l’anziana vedova 80enne nell’abitazione di Fabriano, l’avevano picchiata e rapinata per impossessarsi dei suoi beni. Ora al termine del processo, avviato dopo l’intervento, all’epoca dei fatti, dei carabinieri di Fabriano, e la sentenza passata in giudicato, lui è stato tradotto nel carcere di Ancona, lei in quello femminile di Villa Fastiggi a Pesaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X