facebook rss

“Filming Italy award”,
Neri Marcorè premiato in Sardegna

CINEMA - Il premio è stato consegnato dal presidente di Fondazione Marche Cultura, Andrea Agostini: «Mi piace sottolineare il suo spessore. Testimonial delle Marche, è artefice e promotore di un’idea brillante come RisorgiMarche»

Agostini-Marcore-scaled

La premiazione di Neri Marcorè

L’attore e regista Neri Marcoré, uscito nelle sale quest’anno col suo esordio alla regia Zamora, ha ricevuto il Filming Italy Award, in collaborazione con la Regione Marche, dal presidente di Fondazione Marche Cultura Andrea Agostini. Fondazione Marche Cultura – Marche Film Commission ha partecipato come partner istituzionale alla settima edizione del Filming Italy Sardegna Festival, rassegna ideata e diretta da Tiziana Rocca, che ha visto intervenire una parata di star del cinema italiano ed internazionale, da Harwey Keitel ai premi Oscar Patricia Arquette e Brie Larson.
 «Sappiamo tutto dell’artista Marcoré – ha osservato il presidente Agostini – Mi piace sottolineare anche lo spessore dell’uomo, testimonial delle Marche, artefice e promotore di un’idea brillante come RisorgiMarche, che da 8 anni a questa parte ha promosso un format unico nel suo genere, di solidarietà territoriale e vicinanza concreta, attraverso la cultura e la musica, alle zone colpite dal sisma».
«Ringrazio per il premio dedicato al mio film più bello, anche perché l’unico che ho fatto da regista – ha scherzato Marcoré – Per RisorgiMarche vanno ringraziati tutti gli artisti che si sono esibiti gratuitamente. È una grande soddisfazione aver lanciato insieme a loro un bel messaggio che continua, perché quest’estate proseguiremo con l’ottava edizione».

2-31-1024x768Tra i tanti eventi, dalle proiezioni ai dibattiti, di particolare interesse il panel che nella giornata di sabato 22 giugno ha visto il presidente della Fondazione, Andrea Agostini, ad un confronto con un autorevole parterre sul tema “Filming Italy: il Made in Italy nelle sfide internazionali con cinema e audiovisivo, per il consolidamento di un audience globale”. Tra gli intervenuti, in presenza o in video collegamento, la sottosegretaria del Ministero della cultura e istruzione Lucia Borgonzoni, il dg di Cinema e audiovisivo Nicola Borrelli, il dg di Rai Cinema Paolo Del Brocco, la presidente di Cinecità Chiara Sbarigia, il presidente Anec, Mario Lorini, il presidente Unione editori e distributori Anica Luigi Lonigro, il presidente del gruppo Rainbow Iginio Straffi, Arturo Barquet di Nbc Universal, la produttrice Federica Lucisano, l’attrice e regista Claudia Gerini, il presidente Unione produttori Anica Benedetto Habis, Alessandro Araimo di Warnes Bros. Discovery, la direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati.
«Un’attrice americana, nel corso di un suo intervento, ha ricordato un motto: ci sono due tipi di persone, gli italiani e quelli che vorrebbero esserlo – nota il presidente Agostini – Insomma, promuovere il Made in Italy è facile. Bisogna però saper raccontare: qui entra in gioco uno storytelling vincente, lavorare nei territori per essere audiovisivo friendly, mettendo a disposizione investimenti e competenze per accogliere produzioni di spessore. Lo stiamo facendo nelle Marche, pronti a far trovare un contesto ideale, di vicinanza e al contempo discrezione, com’è nello stile dei marchigiani. Siamo andati al Filming Italy riconoscendo l’elevato livello di questa rassegna. Partecipare ai maggiori festival in Italia e in Europa è importante per allacciare relazioni e promuovere l’intenso impegno per la crescita del settore audiovisivo che stiamo portando avanti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X