facebook rss

Si rifà il trucco il maxi parcheggio,
l’assessore Federica Gatto:
“Sempre più preferito dagli utenti”

OSIMO - Da oggi sulla facciata sono comparsi murales giganteschi che richiamano lo stemma comunale e l'immagine simbolo di Osimo, le statue senza testa. Fabiola Dolcini (commercianti): "Ma serve un dispositivo che informi gli automobilisti quando non ci sono più posti disponibili"
giovedì 1 giugno 2017 - Ore 17:13
Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo look del maxi parcheggio di Osimo studiato dalla osimo Servizi, la società partecipata che lo gestisce

Cambia look il maxi parcheggio di Osimo. Da stamattina sono comparsi nuovi murales che richiamano lo stemma comunale della città e le statue senza testa, il simbolo dell’osimanità. Gli ultimi dati sugli accessi registrati in questi primi sei mesi dell’anno all’infrastrutttura di via Colombo sono ancora in fase di rielaborazione ma gli operatori garantiscono che sono positivi rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Un trend in crescita favorito anche dall’introduzione della multa da 25 euro al post della multina da 4 per le auto con il ticket del parcometro scaduto in sosta sugli stalli a strisce blu dentro le mura. Molti automobilisti preferiscono infatti posteggiare l’auto proprio nel maxi parking e arrivare in centro attraverso l’impianto di risalita.

Federica Gatto

Sulla cancellazione delle multine non ci saranno ripensanti, però. “Per il momento si sta valutando l’istituzione di alcuni stalli bianchi in centro storico. – ribadisce l’assessore Federica Gatto – Per quanto riguardo le multine, purtroppo non si può tornare indietro  (leggi l’articolo), la sentenza della Cassazione e la circolare del Ministero dell’Interno sono tassative nel ritenere l’insufficiente pagamento del ticket per la sosta un illecito amministrativo e non un inadempimento contrattuale, quindi punibile ex art. 7 del codice della strada”. L’assessora però guarda al lato positivo di tutta la vicenda. “Ma quello si è rilevato – fa osservare – è che il numero delle multe è fortemente diminuito, questo significa che viene pagato in modo corretto il costo della sosta (leggi l’articolo). Molte persone inoltre decidono anche di sostare al maxi parcheggio grazie alla tariffa agevolata di 2 euro per 24 ore di sosta. Va sottolineato anche l’importante lavoro di restyling della struttura con bellissimi murales artistici che si sta effettuando proprio per rilanciare il maxiparcheggio e presentarlo al meglio.ai turisti.che arriveranno durante l’estate. Il tutto in un’ottica e in una nuova concezione di mobilità urbana, che vede il centro storico libero da forti flussi di traffico, e che ritrova il suo valore storico-artistico, ma che diventa anche più vivibile per i residenti”.

Nel corso del consiglio di quartiere dello scorso lunedì sera la richiesta di ripristinare le multine è stata rinnovata da alcuni commercianti del centro per la fuga di clienti che il provvedimento ha ingenerato. Richiesta rinnovata anche nel corso dell’incontro con i commercianti per mettere a punto il calendario delle manifestazioni estive, che si è svolto, sempre a Palazzo comunale, martedì scorso, ed è stato aperto anche ai rappresentanti delle associazioni di categoria. “In questa circostanza tutti abbiamo ribadito che dopo l’aumento delle multe è stato registrato un grande calo di clienti nelle attività commerciali del centro storico per la puara di prendere la multa da 25 euro” ricorda Fabiola Dolcini, che ha raccolto con altri commercianti 700 firme per chiedere un dietrofront sulle multime all’amministrazione comunale (leggi l’articolo). “E’ vero – rimarca la portavoce di un gruppo di commercianti- oggi molti preferiscono entrare nel maxi parcheggio per posteggiare l’auto ma in certi orari o di giovedì mattina, entrano prendono il gettone ma non ci sono i posti disponibili e continuare a girare sperando che qualcuno se ne vada. Insomma gli osimani usano il parcheggio agevolato ma nessun dispositivo li informa che magari non ci sono più posti disponibili”.

(m.p.c.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X