facebook rss

Coco non ce l’ha fatta
a lasciare il canile:
è morto il giorno dell’adozione

OSIMO - La storia del cagnolino sfortunato ha commosso tutti. Ieri avrebbe dovuto raggiungere la sua nuova casa a Loreto
domenica 5 Novembre 2017 - Ore 01:07
Print Friendly, PDF & Email

Coco con Maurizio Mantini

Coco non ce l’ha fatta a correre verso la libertà. E’ morto lo stesso giorno che, adottato da una nuova padrona, sarebbe uscito dal canile di Osimo. Ha commosso tutti la storia del piccoletto che scodinzolava felice anche se la vita non gli aveva regalato tanto. Era ritornato in canile tre anni fa, dopo la morte del suo compagno di vita. Nove anni prima Coco era stato infatti adottato da un osimano che aveva saputo donargli quell’affetto tanto cercato. Un giorno all’improvviso, però, l’uomo si era ammalato ed era morto. Non aveva parenti che potessero prendersi cura del cane rimasto solo a casa. Su ordine del Comune così il cagnolino era stato riportato al canile ma nel frattempo si era ammalato di leishmaniosi. Nonostante fosse vitale e coccolone nessuno lo voleva più adottare. Tre lunghi anni dietro alle sbarre di un box, poi qualche giorno fa la bella notizia. “Una signora di Loreto aveva deciso di ospitarlo per permettergli di trascorrere una vecchiaia serena – ricorda Maurizio Mantini, il responsabile Asso del canile ‘Lilly e i vagabondi’ – Ieri alcuni volontari del canile lo stavano portando nella città mariana, nella sua nuova casa. Coco si è sentito male e nell’arco di un’ora è morto naturalmente. La fortuna non è mai stata dalla sua parte, ma addirittura morire il giorno che doveva essere adottato è veramente troppo. Era simpatico, docile e ubbidiente, camminava senza bisogno del guinzaglio. Ci mancherà tantissimo”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X