facebook rss

Il camion frigo non è in regola,
la stradale sequestra 30 quintali di carne

ANCONA – Il mezzo è stato fermato sulla statale 76, il carico diretto in Grecia viaggiava a zero gradi invece della temperatura di congelamento. L'Asl di Jesi ha posto i sigilli al trasporto alimentare. A bordo anche carne fresca prelevata da grossisti di Macerata e Ravenna
venerdì 12 Gennaio 2018 - Ore 10:45
Print Friendly, PDF & Email

Foto di repertorio

Nel corso di servizi di controllo lungo la statale 76 Vallesina, pattuglie della sezione polizia stradale di Ancona, coordinate dal dirigente Fabio Santone, hanno fermato un camion frigo che trasportava 30 quintali di carne di maiale, bovino e pollame destinati alla vendita Grecia. Dalla verifica dei documenti sanitari prescritti sono emerse gravi violazioni sanitarie: la carne congelata, proveniente da grossisti della provincia di Pavia, viaggiava ad una temperatura di molto superiore a quella consentita, 0° anziché -18°, e dunque a grosso rischio deperibilità. I prodotti inoltre viaggiavano senza la prescritta paratia separatrice tra carne congelata e carne fresca, prelevata da altri grossisti nella zona di Ravenna e Macerata. L’Asl di Jesi ha perciò provveduto ad apporre i sigilli al camion, disponendo l’immediata restituzione dei prodotti congelati e segnalando il tutto all’U.V.A.C. delle Marche (Ufficio veterinario che si occupa della legislazione veterinaria in ambito comunitario) al fine di evitarne il consumo. Al conducente di nazionalità greca invece sono state contestate le violazioni delle leggi in materia di trasporto di sostanze alimentari e multato per un totale di 2.032 euro, immediatamente versati dal trasportatore. L’operazione della polizia stradale si inserisce in un quadro di potenziamento del controllo della viabilità nelle aree terremotate, conferma le potenzialità dei controlli di legalità effettuati dalle pattuglie, a tutela dei consumatori.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X