facebook rss

Rapina lungo corso Garibaldi:
in carcere i due aggressori

ANCONA - Sono a Montacuto con l'accusa di tentata rapina in concorso i due ragazzi che ieri sera hanno accerchiato e aggredito a suon di botte un 44enne che stava passeggiando in centro. Le manette per un 20enne e un 21enne residenti nel capoluogo sono scattate al termine degli accertamenti svolti dalla polizia
mercoledì 14 Marzo 2018 - Ore 18:52
Print Friendly, PDF & Email

La polizia in corso Garibaldi

 

Sono stati arrestati con l’accusa di tentata rapina e portati nel carcere di Montacuto i due ragazzi che ieri sera hanno aggredito un 44enne in corso Garibaldi, picchiando prima lui e un finanziere fuori servizio intervenuto per aiutare la prima vittima della coppia. Le manette sono scattate al termine degli accertamenti svolti dagli agenti della questura che erano riusciti a bloccare i rapinatori subito dopo il caos scoppiato all’incrocio con piazza Roma. I due arrestati sono un 20enne e un 21enne, entrambi conosciuti dalle forze dell’ordine per reati come spaccio e furto e residenti entrambi ad Ancona. Rimarranno in cella fino alla convalida dell’arresto davanti al gip dove, se vorranno, potranno fornire la loro versione dei fatti. Secondo quanto emerso, la coppia avrebbe aggredito il 44enne mentre lui stava passeggiando con una tela bianca in mano. Hanno cercato di strappargliela, probabilmente per rubargli poi il cellulare che aveva in mano, tentando anche di colpirlo con un ombrello. Nel parapiglia dove il 44enne è stato raggiunto da alcuni colpi al volto, è intervenuto un finanziere fuori servizio. Ha mostrato il tesserino ai due giovani, ma in tutta risposta ha ricevuto solo botte. L’arrivo tempestivo delle Volanti della polizia è anche conseguenza dell’allarme lanciato istantaneamente da alcuni passanti. Dopo essere stata individuata e bloccata, la coppia di giovani è stata portata in questura per l’identificazione. Poi è scattato l’arresto.

Botte in corso Garibaldi per rubare un cellulare: due fermati

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X