facebook rss

Solidarietà per i profughi siriani,
quattro incontri con
la campagna ‘SiAmo Afrin’

Ad Ancona, Jesi e Macerata da mercoledì 23 maggio a martedì 29 maggio dibattiti, incontri, proiezioni e raccolta fondi per la grave crisi umanitaria in Rojava. Tra i relatori, Karim Franceschi, il documentarista Luigi D’Alife, Michele Alessandrini e Marco Benedettelli
Print Friendly, PDF & Email

Karim Franceschi

Macerie e profughi ad Afrin

 

Giornate di incontri nella provincia di Ancona e a Macerata per i profughi di Afrin, l’enclave del Rojava nel nord della Siria occupata lo scorso 20 marzo dalle truppe di Erdogan. La campagna “SiAmo Afrin” organizza quattro appuntamenti per portare solidarietà alle centinaia di migliaia di persone che hanno dovuto lasciare le loro case e rifugiarsi nelle tendopoli o in nascondigli di fortuna, braccate da guerra, epidemie e penuria d’acqua.
Mercoledì 23 maggio il primo appuntamento è ad Ancona, allo spazio autogestito La Cupa (via della Cupa 3/b). Si inizia dalle 19,30 con un aperitivo e una cena solidale. Si continua alle 21 con la presentazione della campagna umanitaria SiAmo Afrin, alla presenza di Karim Franceschi, l’ex combattente del Ygp che ha partecipato alla liberazione di Raqqa e di Kobane. Intervengono anche Luigi D’Alife, documentarista esperto di Siria e i rappresentanti di SiAmo Afrin Ancona, Michele Alessandrini e Marco Benedettelli. A seguire, dalle 21, 30, proiezione di “Binxet – Sotto il confine”, dello stesso Luigi D’Alife. Documentario con voce di Elio Germano che racconta la situazione sui 911 km del confine turco-siriano, dove il territorio del Rojava è assediato dall’Isis e dalle truppe di Erdogan. Ingresso ad offerta libera. Il ricavato della serata andrà a coprire le spese di produzione di Binxet e a sostenere la campagna di raccolta fondi SiAmoAfrin.
Doppio appuntamento a Macerata, il 24 e 25 maggio, grazie all’organizzazione della ong Gus – Gruppo Umana Solidarietà, in collaborazione con Officina Universitaria e Csa Sisma. Giovedì 24 maggio c’è la presentazione all’Aula Viola del Polo Pantaleoni, con introduzione di Martina Di Cesare e interventi di Karim Franceschi e Francesco Marilungo, cooperante Gus con una lunga esperienza nei territori del Kurdistan. Il giorno successivo (venerdì 25 maggio) è la volta della cena di raccolta fondi al Sisma (per info e prenotazioni info@csasisma.org, tel. 334.9137840).

Consegna aiuti umanitari SiAmo Afrin

A Jesi, martedì 29 maggio, l’appuntamento è previsto allo Spazio Comune Tnt ed è organizzato anche questa volta in collaborazione col Gus. Si inizia alle 17,30 con l’apertura dell’Ecomercato e della libreria indipendente Sabot. Alle 19,30 inizia l’aperitivo con piatti della tradizione curda a cura di Ecomercato e Gus. Alle ore 21 Karim Franceschi, ex comandante e fondatore del Battaglione Internazionale Ypg in Rojava interverrà sulla situazione di Afrin nel quadro geopolitico siriano.

Quanto raccolto durante gli appuntamenti verrà devoluto alla Mezzaluna Rossa Curda, l’unica associazione in grado di operare in quella zona. “SiAmo Afrin” ha aperto una raccolta fondi sulla piattaforma web “Rete del dono” (http://l2l.it/siamoafrin). Oppure si dona tramite bonifico bancario al conto corrente di Banca etica N° IT 83 Q 05018 02600 000016709206. La campagna sarà attiva fino al 2 giugno.

Marche in campo per “SiAmo Afrin” Karim Franceschi: «Baluardo contro Isis e totalitarismi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X