facebook rss

Un seminario ed una camminata
contro le discriminazioni omotransfobiche

ANCONA - Relazioni e testimonianze per conoscere le buone prassi, ma anche gli strumenti possibili per contrastare le discriminazioni per orientamento sessuale ed identità di genere. Poi la "Camminata per i diritti" da largo XXIV maggio a piazza del Plebiscito
Print Friendly, PDF & Email

La consigliera effettiva di parità della provincia di Ancona, Pina Ferraro

 

Conoscere le buone prassi e le azioni che possono essere messe in atto per contrastare e ridurre le discriminazioni relative all’orientamento sessuale ed all’identità di genere. Questi i temi al centro del seminario: “Diritti alla meta. Azioni comuni per il contrasto discriminazioni per orientamento sessuale, identità di genere, in ambito sociale, sanitario, lavoro, giuridico e nei percorsi migratori” che si terrà domani, sabato 16 giugno, nella sala dell’ex Consiglio comunale di Ancona, a partire dalle 9.30. L’evento è stato organizzato dall’Ufficio della consigliera di parità per la provincia di Ancona, l’associazione Esna – consulenze di genere onlus, la cooperativa Coos Marche e l’associazione Equity, al fine di informare, sensibilizzare e attivare sul territorio azioni adeguate e necessarie a contrastare ogni forma di violenza e discriminazione per orientamento sessuale ed identità di genere nelle sue più svariate manifestazioni. Interverranno alla giornata seminariale: Germana Pietrani Sgalla,dell’associazione Equity, Danilo Musso, dell’Esna, Morena Rapolla, esperta in tutela dei diritti umani, Martina Castellana, dirigente consultorio Dig dell’Asl di Salerno, Sandra Magliulo, Unhcr Marche. Nell’arco della mattinata anche le testimonianze di Silvia Coltorti e Valentina Pergolotti, della Cooss Marche, e del rifugiato Mazen Masoud.

Il seminario, inoltre, è anche l’occasione per presentare l’accordo di cooperazione tra la consigliera di parità effettiva della provincia di Ancona e le associazioni promotrici del seminario e la cooperativa Cooss Marche per un percorso congiunto sui temi Lgbt e più in generale sulla varie forme di discriminazioni.

Alle 12.30, da largo XXIV maggio partirà la “Camminata per i diritti”, che rappresenta, spiegano gli organizzatori: «un momento di condivisione e di partecipazione per le strade della città, con l’obiettivo di sensibilizzare e rendere visibili le diverse esistenze. Sarà un momento per condividere un percorso con tutte le associazioni, i gruppi e le istituzioni che hanno aderito alla camminata, con i cittadini e le cittadine che vorranno partecipare che, a gran voce, richiedono stessi diritti e stesse opportunità per tutte e tutti, senza nessuna discriminazione di matrice omotransfobica». Il corteo si snoderà per la via del centro cittadino fino ad arrivare a piazza del Plebiscito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X