facebook rss

Giorgia Speciale ancora
sulla cresta dell’onda:
è campionessa mondiale

WINDSURF – L'anconetana conquista la medaglia d'oro nella classe RS:X giovanile nella competizione mondiale a Steir Beach Penmarch, in Francia. “Sto diventando competitiva anche in una categoria olimipica in cui ho sempre avuto un po' di soggezione”. La vittoria la lancia verso le Olimpiadi giovanili di ottobre in Argentina
sabato 7 luglio 2018 - Ore 19:26
Print Friendly, PDF & Email

Giorgia Speciale con Nicolò Renna, medaglia di bronzo nei mondiali di categoria RS:X giovanile

 

Appena 18 anni e un palmares da atleta consumata che fa spavento: Giorgia Speciale torna dalla Francia con il suo quinto titolo giovanile, stavolta è la classe RS:X a dover decretare la vittoria mondiale della giovanissima anconetana. Dopo una serie di 12 prove, in cui Giorgia ha sempre dominato, oggi è stata la volta della Medal Race a consegnare la medaglia d’oro all’atleta dorica. Per la Speciale è una conferma dopo aver vinto il titolo 2017 nella classe Techno 293 Plus, ancora una volta in Francia a Quiberon. Una vittoria che la lancia a pieno diritto come protagonista delle prossimi Olimpiadi giovanili in Argentina il prossimo ottobre. I complimenti arrivano anche da un’altra campionessa italiana, Alessandra Sensini, direttore tecnico giovanile Fiv. “Giorgia non aveva mai vinto il mondiale RS:X. Doppi complimenti per lei che dopo l’impegno della maturità che l’hanno costretta a saltare gli ultimi allenamenti si è imposta al mondiale” commenta Sensini. “Giorgia ha dimostrato di essere una spanna sopra le altre, ha dato dimostrazione di maturità regatando anche in maniera conservativa nei momenti difficili della settimana” ha commentato il tecnico federale RS:X Mauro Covre. “Sono troppo felice di aver vinto questo mondiale perché finalmente sto diventando competitiva anche in RS:X, una categoria olimpica di cui, devo ammettere, ho sempre avuto un po’ di soggezione. Questo successo rappresenta un grande passo avanti per il mio percorso e spero sia di buon auspicio per il mondiale ISAF in Texas, dove con Niccolò Renna saremo gli unici azzurri a rappresentare l’Italia nell’appuntamento clou prima dei Giochi Giovanili – commenta Speciale -. Sono state regate fantastiche, gestite bene all’insegna della semplicità e senza voler strafare: questo atteggiamento mi ha premiata anche perché il campo di Penmarch non lo conoscevo ma sapevo fosse insidioso per via delle correnti e delle alghe che spesso si attaccano alle pinne delle tavole”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X