facebook rss

Ferito dal colpo di fucile,
il bimbo lascia la Rianimazione
L’indagine potrebbe fermarsi

ANCONA - L'accertamento delle responsabilità penali dipenderà dai giorni di prognosi che i medici riserveranno al minore e alla volontà dei genitori di sporgere denuncia contro il cacciatore che ha accidentalmente esploso il colpo. Oggi, il trasferimento del minore in Chirurgia Pediatrica. Condizioni stabili
mercoledì 31 ottobre 2018 - Ore 15:34
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Trasferito dalla Rianimazione alla Chirurgia Pediatrica. Nessuna complicazione per il bimbo di 9 anni ferito accidentalmente domenica pomeriggio da un colpo partito da un fucile durante una battuta di caccia nelle campagne osimane, nella zona di via Capanne. Le condizioni sono stabili tanto che oggi il minore lascerà la Rianimazione diretta dal prof. Fabio Santelli. Ecco il bollettino diramato dall’ospedale: “Il quadro clinico del paziente in oggetto è rimasto stabile per le ultime 24 ore, pertanto presi accordi con il Direttore della Chiruirgia pediatrica si programma il trasferimento del paziente nel loro reparto nel primo pomeriggio. Verrà sciolta la prognosi riservata”. Proprio i giorni di prognosi stilati dall’equipe medica all’atto delle dimissioni dall’ospedale saranno fondamentali per capire se l’inchiesta aperta dalla procura potrà proseguire. Se i giorni di malattia dovessero essere superiori ai 20, allora le indagini andranno avanti d’ufficio. Altrimenti, l’inchiesta potrà chiudersi, dato che i genitori nel piccolo non hanno intenzione di sporgere denuncia contro il cacciatore a cui è partito accidentalmente il colpo che, di rimbalzo, ha ferito il piccolo. Per ora, “ci si riserva per la prognosi funzionale a sei mesi” riferisce il bollettino dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona.

Il capanno dove è accaduto l’incidente  

In mancanza di una lunga prognosi, infatti, prerogativa per far continuare l’iter investigativo è la querela di parte. Per la procura la dinamica di quanto accaduto domenica è chiara: un amico del papà del bimbo ha sparato un colpo mentre tutto il gruppo si trovava all’interno di un capanno da caccia. A causa del rinculo non controllato, è stato esploso un secondo sparo che ha fatto rimbalzare il piombino su una parete del bunker che, alla fine, ha colpito il minore.

 

Bimbo ferito da colpo di fucile, il padre: «E’ stato solo un incidente»

Bimbo ferito da colpo di fucile, stabile ma fuori pericolo di vita

Colpito da un proiettile da caccia, bambino grave in Rianimazione al Salesi

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X