facebook rss

Dolore e cordoglio, il liceo Perticari
ricorda Emma Fabini

TRAGEDIA IN DISCOTECA - La 14enne morta tra la calca del locale frequentava il primo anno del classico. Questa mattina, sono stati allestiti due striscioni in ricordo delle vittime e gli studenti hanno indossato delle magliette nere
lunedì 10 Dicembre 2018 - Ore 13:45
Print Friendly, PDF & Email

Uno degli striscioni del Perticari in ricordo delle vittime

 

«A un concerto si torna senza voce, non senza vita». Sono queste le parole scritte sui due striscioni comparsi questa mattina all’esterno del liceo Perticari per ricordare le vittime della strage di Corinaldo. Era la scuola frequentata da Emma Fabini, 14 anni. Era al primo anno del classico. Ha perso la vita mentre, come tutti, cercava di uscire dalla Lanterna Azzurra. Per lei, era la prima volta in discoteca. Era andata lì con alcune amiche. Loro ce l’hanno fatta, lei no. E’ stata una delle ultime vittime ad essere riconosciuta. In segno di lutto, la maggior parte degli studenti del Perticari si sono presentati a scuola con una maglietta nera.

Emma Fabini

Le parole del dirigente scolastico Francesco Maria Orsolini:  «Nel disastro alla discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo ha perso la vita Emma Fabini, studentessa quattordicenne della classe 1° A del Liceo Classico Perticari di Senigallia, mentre altri studenti coinvolti risultano feriti. Tutta la comunità in lutto del Liceo Perticari si stringe ai familiari dell’alunna scomparsa, vittima giovanissima e innocente delle enormi e colpevoli responsabilità che hanno determinato la sciagura. La scuola si unisce anche alle compagne e ai compagni di classe di Emma, affinché i docenti e altri adulti educatori possano prendersi cura del dolore insopportabile per la sua perdita. Un pensiero commosso anche all’alunna del Liceo Medi di Senigallia, alle altre giovani vittime e ai loro familiari».

 

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X