facebook rss

“Da un concerto si torna senza voce
non senza vita”, gli studenti del Volterra
in memoria delle vittime di Corinaldo

INFERNO IN DISCOTECA - Uno striscione, fiori e messaggi per ricordare il compagno di scuola Daniele Pongetti che frequentava il tecnico di Torrette e gli altri quattro adolescenti e la mamma che hanno perso la vita alla Lanterna Azzurra. In molte scuole di Ancona e della regione gli studenti in segno di lutto indosseranno maglie nere - VIDEO
lunedì 10 Dicembre 2018 - Ore 09:48
Print Friendly, PDF & Email

Lo striscione affisso ad una finestra dell’Iis “Volterra-Elia” di Ancona, scuola frequentata da una delle vittime di Corinaldo, Daniele Pongetti

 

 

“Da un concerto si torna senza voce non senza vita”. Con queste parole impresse su uno striscione gli studenti dell’Iis “Volterra-Elia” di Ancona questa mattina hanno ricordato il loro compagno di scuola Daniele Pongetti e gli altri giovani Mattia, Emma, Asia, Benedetta ed Eleonora (la mamma che aveva accompagnato la figlia alla serata della Lanterna Azzurra) che come lui sono morti nell’inferno di Corinaldo. Poi un banco sotto ad una delle finestre della scuola, con fiori, lettere e messaggi indirizzati ai cinque adolescenti ed alla mamma vittime del crollo della balaustra in discoteca. Un giorno mesto e carico di dolore ed incredulità per quel compagno che non ha fatto più ritorno da un concerto. Un momento nel quale pensi al massimo di perdere la voce e non certo la vita. Nella scuola di via Esino, come in altre molte scuole della città e della regione, oggi in segno di lutto gli studenti indosseranno delle maglie nere.

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X